Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1025
MODICA - 12/10/2012
Politica - L’imprenditore modicano candidato alle Regionali

Antonello Lucifora si racconta: "Voglio essere positivo"

"Prima di realizzare – dice – bisogna progettare"
Foto CorrierediRagusa.it

Antonello Lucifora (foto) vuole essere propositivo, fattuale, e soprattutto progettuale. «Prima di realizzare – dice – bisogna progettare. Senza progetti non si va da nessuna parte». Da operatore economico, da uomo che guarda al di là dell’oggi e pensa in prospettiva Antonello Lucifora ha idee chiare su come si affronta la crisi e soprattutto come se ne può venir fuori. Vuole mettere a disposizione della comunità idee e competenze che ha maturato nel corso degli anni operando in settori delicati come finanza ed economia. E’ contento della sua scelta di essersi messo in gioco soprattutto perché è uscito fuori dagli schemi. Dice il candidato nella lista «Musumeci presidente»: «Non sono passato dalle segreterie dei partiti per la mia candidatura. Sono stato proposto da Silvano Moffa, presidente della commissione lavoro della Camera che mi ha chiesto di mettermi in gioco. L’ho fatto perchè credo che alla gente, sempre più disaffezionata, bisogna dare l’opportunità di esprimere un voto diverso, senza necessariamente ricorrere ai politici di professione e di carriera».

Perché la sua candidatura è alternativa?
Non perché voglio cavalcare il disagio diffuso che avvertiamo tra i cittadini ma perché voglio offrire la possibilità di cambiare nei metodi, nell’approccio ai problemi.

Come si fa?
A monte serve un piano strategico e di marketing del territorio. Dobbiamo innanzitutto sapere dove e come vogliamo andare avanti, di che cosa vogliamo vivere nel nostro prossimo futuro. Se facciamo il caso del turismo non sappiamo esattamente cosa vogliamo. Dobbiamo trasformarlo in fatto economico ma per far ciò servono competenze e professionalità. Ecco perché penso ad un polo di eccellenza universitario per il nostro territorio che faccia da supporto alle imprese nei vari campi. Ho i miei contatti con università interessate ad investire in risorse umane e questo progetto andrà avanti a prescindere da questa competizione elettorale

Come si promuove il territorio?
Con un serio piano di marketing che dovrà essere redatto da professionisti del settore. Non a caso voglio realizzare un gemellaggio con una provincia leader del turismo come Rimini che potrà mettere a disposizione tutte le esperienze maturate in quel territorio

E l’investimento che rende di più ?
Il fattore umano, le risorse caratteriali, di gentilezza, di cordialità, di disponibilità che gli abitanti di questo territorio si ritrovano. Un fattore che noi diamo per scontato, di cui forse non siamo consci fino in fondo ma che conta in qualsiasi attività economica, imprenditoriale o anche nello stabilire un corretto rapporto con l’esterno, per porre le basi del successo.


VOGLIO ESSERE POSITIVO...
14/10/2012 | 13.12.42
AcidoModicA

...PERCHE´ SON VIVO...PERCHE´ SON VIVO!!!
...c´era bisogno di scomodare Jovanotti?