Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1124
MODICA - 10/04/2012
Politica - Il sindaco vuole prendere tempo prima di decidere e trattiene la delega

Silvio Iabichella per la successione di Paolo Garofalo?

L’esponente autonomista è stato già assessore ed è consigliere comunale
Foto CorrierediRagusa.it

Antonello Buscema ci vuole pensare. Non nominerà subito il suo vice anche se in un primo momento era stata fatta l’ipotesi di Nino Frasca Caccia. Il clima a palazzo S. Domenico è di mestizia e di dolore per la morte dell’amministratore Mpa ed il sindaco si sente in obbligo di nominare in tempi brevi un suo vice per tutte le evenienze ma c’è un accordo politico da rispettare ed equilibri da mantenere.

La carica di vice spetta infatti ad Mpa ed il partito di Riccardo Minardo ha chiesto alcuni giorni per decidere il nome su cui puntare quale successore di Paolo Garofalo. Ieri sera il sindaco si è riunito con il gruppo consiliare del Pd, con gli assessori ed il segretario del partito proprio per affrontare la questione. Ci sarebbe infatti in prospettiva la possibilità di mutare l’accordo politico faticosamente raggiunto appena due mesi fa concedendo al Pd la vice sindacatura in cambio di qualche altro assessorato a guida Mpa.

E’ comunque un’ipotesi estrema così come quella che vorrebbe mettere in gioco l’attuale presidente del consiglio Carmelo Scarso, il quale per motivi innanzitutto professionali ha declinato l’invito rivoltogli. Riccardo Minardo punta sui suoi fedelissimi ed il più papabile sia per esperienza sia per continuità è Silvio Iabichella. L’ex amministratore della Multiservizi ed assessore ai servizi sociali è l’uomo più gettonato al momento rispetto all’ex assessore ai Lavori Pubblici, Giorgio Cerruto, avendo maturato numerose esperienze in amministrazione.

Iabichella è rientrato a fare il consigliere comunale dopo il recente ricambio in giunta che ha portato Tato cavallino a fare l’assessore lasciando così spazio proprio a Iabichella, primo dei non eletti, in consiglio comunale. Per il consigliere tra l’altro la delega di assessore sarebbe indolore perché grazie alla nuova legge sugli Enti Locali non dovrebbe dimettersi essendo i due ruoli ormai compatibili. Mpa terrà un direttivo entro la settimana e Riccardo Minardo si confronterà con i suoi per la decisione finale.

(Nella foto: da sin. Minardo, Buscema, Iabichella)


11/04/2012 | 16.29.51
peppe minardi

MI DISPIACE SMENTIRE IL PUR BRAVO GIORNALISTA DUCCIO GENNARO, MA LA POSSO ASSICURARE CHE QUELLO CHE LEI HA SCRITTO E´ COMPLETAMENTE INESATTO E FUORI LUOGO VISTO CHE L´MPA DI MODICA NON HA PRESO NESSUN TIPO DI DECISIONE LA QUALE SARA´ FATTA SOLO DOPO AVER CONVOCATO IL COORDINAMENTO CITTADINO E AVER SENTITO TUTTA LA BASE DEL PARTITO E SOLO ALLORA CI SARA´ LA SCELTA PIU´ GIUSTA E OCULATA COME CONVIENE IN UN MOVIMENTO DEMOCRATICO E COME AVREBBE PREFERITO IL NOSTRO AMICO VICE-SINDACO PAOLO GAROFALO. PEPPE MINARDI