Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 427
MODICA - 26/10/2011
Politica - Comunicato dai toni duri, anche troppo

Gli autonomisti "nervosi" ora se la prendono con D´Antona

E per giunta senza citare nome e cognome di colui che viene tacciato essere «colpevole» di sciacallaggio politico sindacale

Il nervosismo che da qualche tempo a questa parte permea il Movimento per l’autonomia si fa sempre più palpabile. Dai mal di pancia in seno alla giunta per il rimpasto delle deleghe si passa adesso a delle autentiche bacchettate, sempre rigorosamente a suon di comunicati, invece del caro, vecchio confronto diretto.

E per giunta senza citare nome e cognome di colui che viene tacciato essere «colpevole» di sciacallaggio politico sindacale. Un po’ come tirare la pietra e nascondere la mano, e neanche tanto bene, visto che dal comunicato si evince che il destinatario della strigliata altri non è che Vito D’Antona, consigliere comunale di Sinistra ecologia e libertà. Mpa scrive che «è giunto il momento di chiarire determinate questioni per non rischiare di svilire il lavoro e la buona fede di chi si spende ogni giorno per il bene di questa amministrazione, tradendo il mandato degli elettori».

Parole pesanti, quelle di Mpa, a carico di chi, limitandosi a lanciare proposte costruttive da attento osservatore dell’attività dell’ente, viene invece accusato senza mezzi termini di «non partecipare alla vita amministrativa di Modica». Non si capisce bene a che gioco stia giocando Mpa, ma una cosa è certa: come evidenziato dal sindaco Buscema, il malessere interno è difficilmente occultabile, oltre che palesato da simili uscite, che, comunque, contengono poco o nulla di costruttivo.

Gli autonomisti rimproverano tra le altre cose a D’Antona di «non aver votato il Bilancio dell’Ente, strumento imprescindibile per governare la Città e dare risposte ai suoi cittadini». Mpa dimentica però di elencare quali sono questi famosi risultati portati a casa, nei fatti, al di là delle mere parole. L’unico riferimento è all’incontro odierno a Palermo dalla quale sarebbe emersa la promessa di un’anticipazione di 5 milioni di euro dalla Regione in favore di Modica. Si auspica che alle parole seguano i fatti, o meglio, i soldi.