Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 953
MODICA - 06/05/2011
Politica - Si è riunito il coordinamento cittadino per affrontare il momento politico

Mpa vuole restare compatta in giunta nonostante tutto

Dalle opposizioni critiche allo sfilacciamento della maggioranza che sostiene Antonello Buscema

E’ un momento difficile per Mpa ma gli autonomisti vanno avanti per la loro strada. Sono consapevoli di avere imboccato quella giusta a palazzo S. Domenico perché sono consapevoli di avere contribuito in modo concreto alla risoluzione di alcuni nodi come la questione finanziaria su tutte. La vicenda personale di Riccardo Minardo ha gettato scompiglio tra le fila del partito, ha sollevato interrogativi, ha privato per la prima volta dalla sua costituzione in città il movimento del suo capo carismatico per così lungo tempo. Mpa ha così sentito la necessità di ritrovarsi e di fare il punto della situazione a dieci giorni dall’arresto del leader. Il coordinatore Angelo Gugliotta, i consiglieri comunali e gli assessori della giunta Buscema hanno chiamato a raccolta il partito.

Dicono i vertici del movimento autonomista cittadino: «Sentiamo forte il dovere civico di cooperare senza pregiudizi e preconcetti. Siamo uomini delle istituzioni e come tali, confidando serenamente in esse, auspichiamo che presto e nelle sedi naturali possa emergere quella verità che riguarda Riccardo Minardo, che nonostante noi tutti sappiamo quale sia nel nostro cuore, oggi abbisogna del necessario riconoscimento giudiziale. Il nostro appello è affinché uniti, tutti insieme, affrontiamo serenamente questa fase . Noi continuiamo a vivere l’esperienza politica convinti come siamo che il programma ed i progetti che hanno animato la nostra attività, oggi necessitano di una ulteriore energia e spinta vitale, carica di ottimismo e lucida consapevolezza che le responsabilità che stanno in capo ad Mpa come partito facente parte della coalizione di maggioranza a palazzo San Domenico sono oggi ancor più gravose». Tutti uniti dunque per fare il proprio dovere, per rispondere delle proprie azioni di fronte alla città anche se il caso personale di Minardo è strettamente legato a quello politico.

Per il momento non ci sono state ripercussioni sull’amministrazione ma l’ultima seduta del consiglio comunale ha indotto i capigruppo dell’opposizione a sollevare qualche dubbio sulla reale compattezza della maggioranza. Luigi Carpenzano (Pdl), Paolo Nigro(Indipendente) Giovanni Migliore (idea di Centro,; Salvatore Cannata(Popolari, Massimo Puccia(Udc) vedono nella mancata presenza in aula di sindaco, assessori e di molti consiglieri comunali, un segno di sfilacciamento e dicono: « A questo punto ci nasce il dubbio: tutto ciò è casuale oppure è forse una crisi che timidamente si manifesta? Siamo fermamente convinti che, crisi o non crisi, il senso di responsabilità dovrà prevalere sempre e su tutto».