Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1541
MODICA - 14/01/2011
Politica - Modica: stipulato il contratto con la ditta appaltatrice

Apre lunedì il cantiere del contratto di quartiere di Treppiedi

Modifiche allaa viabilità nel tratto che va dalla rotatoria di via Risorgimento a quella di Marina di Modica
Foto CorrierediRagusa.it

Le aree private interessate dal progetto del contratto di quartiere di Treppiedi sono state immesse nel possesso del comune. Ieri è stato inoltre stipulato il contratto con il Consorzio Artigianato Edile di Comiso, CAEC, che dovrà eseguire i lavori di sistemazione urbanistica e di funzionalizzazione di un intero quartiere.

L’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Sammito, scandisce i tempi «Questi sono stati i primi due passaggi verso l’apertura del cantiere. Questo sarà attivo già da lunedì per cui abbiamo previsto tutta una serie di interventi per alleviare al minimo i problemi per i residenti e soprattutto per la viabilità. Abbiamo infatti deciso di iniziare da quelli stradali, con l’ampliamento delle corsie tra la rotatoria di via Risorgimento e quella di Treppiedi. Pensiamo che questa prima parte dell’intervento sia meno invasivo e problematico per la viabilità».

Tutto l’asse viario fino al bivio per Marina di Modica sarà infatti interessato dai lavori di allargamento della sede stradale; è stata inoltre prevista la realizzazione di marciapiedi per rendere la strada sicura per i pedoni. Subito dopo si passerà alla creazione delle aree a verde e delle altre opere di urbanizzazione. Altro intervento qualificante è la manutenzione straordinaria sui complessi edilizi di Treppiedi Nord, la loro messa in sicurezza e la loro integrazione con il tessuto urbano e sociale.

Il quartiere insomma è destinato a cambiare volto sia per quanti vi risiedono sia per quanti frequentano la zona del polo commerciale. Non c’è dubbio infatti che l’allargamento della sede stradale con le doppie corsie, la creazione del verde e di altre infrastrutture renderà la ex statale molto appetibile mettendola al servizio delle tante strutture commerciali che la puntellano. La durata dei lavori, il cui importo è di circa 4 milioni di euro, è prevista in 18 mesi.

Dice ancora l’assessore Sammito «L’amministrazione ribadisce il proprio impegno ad attuare un rigoroso controllo sul rispetto delle scadenze previste dal contratto, tenuto conto delle esigenze sia di ridurre al minimo gli inevitabili disagi che si potranno creare per la presenza dei cantieri, sia soprattutto di rispondere all’elevata aspettativa della città nei confronti di questa opera, certamente la più importante e strategica tra quelle realizzate negli ultimi anni, che per questo deve essere completata nei tempi previsti».

La sistemazione viaria della Statale 115 è ancor più vitale alla luce delle difficoltà emerse nella progettazione della bretella Bugilfezza-Quartarella che la provincia non ha finanziato. La bretella avrebbe dovuto essere la via alternativa al Polo commerciale ma è al momento bloccata come è emerso dal dibattito in consiglio comunale a seguito di una interrogazione presentata da Vito D’Antona.

(Nella foto: una delle rotatorie al Polo Commerciale)