Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 671
MODICA - 13/01/2011
Politica - Modica: in una lettera ad Angelino Alfano espresse tutte le preoccupazioni

Buscema chiede udienza al ministro per il nuovo carcere

La struttura di Catanzarello non è stata inserita nel programma del governo Foto Corrierediragusa.it

Angelino Alfano dia una risposta chiara sul nuovo carcere. Antonello Buscema (nella foto) ha chiesto al Guardasigilli un incontro urgente per capire quali sono le reali intenzioni del ministero sulla nuova struttura carceraria ed ha scritto una lunga lettera ad Alfano nella quale il sindaco fa la cronistoria della vicenda carcere.

Nello stesso tempo Antonello Buscema ha segnalato ad Alfano la perdurante carenza di personale presso gli uffici giudiziari della città ed in particolare nel settore amministrativo, cosa che rende sempre più difficile l’amministrazione della giustizia. Antonello Buscema apre la sua missiva al ministro della Giustizia ricordando la lettera che appena qualche mese fa aveva inviato sempre sullo stesso argomento ed alla quale non ha avuto alcuna risposta.

«Le chiedo –scrive il sindaco- un incontro urgente nel quale ci venga chiarito in maniera definitiva quali sono gli intendimenti del Ministero della Giustizia a proposito del carcere di Modica. Quando il ministero ha previsto la realizzazione di undici nuove carceri sul territorio nazionale, di cui ben quattro nel territorio della Regione Siciliana, avevo preteso chiarimenti sull’assenza del carcere di Modica dalla programmazione nazionale sui nuovi istituti penitenziari e la stessa pretesa le ribadisco oggi,dopo che il Governo lo scorso dicembre ha siglato l’intesa con la Regione Siciliana per l’attuazione del piano.

Dal momento che, oltre al carcere di Catania, è stata finanziata la realizzazione di strutture presso centri minori non capoluogo come Marsala, Sciacca e Mistretta (oltre all’ampliamento di quelle già presenti a Siracusa e Caltagirone) appare infatti ancor più colpevole il fatto che Modica sia stata volutamente ignorata pur in presenza di una pratica già aperta da lungo tempo.

Da diversi anni, infatti, il nuovo carcere di Modica è previsto all’interno di una lista contenuta in atti ufficiali del Suo Ministero, tanto che il nostro Comune,già dal 2003, ha completato l’iter per l’individuazione in contrada Catanzarello dell’area per la sua costruzione e che funzionari del Ministero hanno effettuato un sopralluogo per certificarne l’idoneità».