Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 1047
MODICA - 31/12/2010
Politica - Modica: nel 2011 niente nuove tasse per i modicani

Buscema brinda al nuovo anno e pensa al ritorno alla "normalità"

Per il sindaco il bicchiere è mezzo pieno di ottimismo ma molto resta ancora da fare
Foto CorrierediRagusa.it

Il 2011 sarà l’anno del ritorno alla normalità finanziaria. E’ questo l’obiettivo che si pone Antonello Buscema (nella foto) in sede di consuntivo. «Non ci saranno solo i pagamenti dei debiti ma anche risorse per lo sviluppo ed il rilancio della città. Dobbiamo chiudere al più presto le transazioni con Università di Catania, comune di Scicli ed Enel e dedicarci allo sviluppo anche se siamo già soddisfatti di quanto abbiamo fatto».

Come succede ormai da tre anni a questa parte l’attenzione massima è sulla questione finanziaria ma sindaco ed assessori cominciano ad intravedere qualche spiraglio. E’ sicuramente più fiducioso e convinto Santino Amoroso, l’assessore al bilancio, che da qualche mese ha accentrato gli uffici finanziari. «Abbiamo pagato stipendi e salari accessori –dice l’assessore- senza ricorrere ad entrate e contributi straordinari come qualche anno fa. Abbiamo anche soddisfatto anche i creditori e ci stiamo dedicando al riordino dell’ufficio delle entrate.

Grazie al piano operativo che abbiamo già approvato in giunta ed alla nuova logistica degli uffici potremo lavorare meglio. Intendo riportare la macchina ad un andamento normale, rispettando i tempi imposti dalla legge». Antonello Buscema ha dato il suo benestare alla politica di bilancio messa a punto dall’assessore e si dice pronto a ripartire per il 2011; il bilancio del 2010 lascia il sindaco soddisfatto soprattutto per avere messo a regime alcuni riforme.

Il sindaco ricorda la Fondazione Garibaldi, la seconda edizione di Chocobarocco, l´evento del pane più lungo del mondo, la stabilizzazione dei precari, i regolamenti che consentiranno di valutare e governare il personale con uno strumento oggettivo; sul piatto della bilancia Antonello Buscema mette anche il mantenimento di una città pulita anche se non può negare di essere in ritardo con il nuovo bando che dovrebbe portare alla raccolta differenziata.

Nel campo dei lavori pubblici l’ultima opera in cantiere è il contratto di quartiere che prenderà il via a metà gennaio con un investimento di quattro milioni di euro mentre per l’urbanistica la variante al piano regolatore è stata già esitata dalla giunta e sarà affrontata al più presto dal consiglio comunale.

Per il sindaco la macchina va ed il bicchiere è sicuramente mezzo pieno soprattutto alla luce della ristrutturazione delle società collegate che con il 2011 non saranno più in vita e la nascita della SpM, Servizi per Modica, che consentirà risparmi e servizi più efficienti. Proprio su questo punto il sindaco il sindaco glissa sapendo di non avere le carte in regola. Dalle manutenzioni ordinarie delle strade, alle perdite della rete idrica, agli interventi nelle scuole molto resta da fare ma soprattutto da organizzare perché le risorse sono poche ed il personale deficitario.

In una città estesa, con una rete viaria complessa, con domande sempre pressanti, la vicinanza dell’ente al cittadino e la cura di famiglie e residenti dovrà essere più attenta con risposte sollecite per garantire non solo vivibilità ma anche sicurezza. Sul bilancio sono state spostate risorse per le manutenzioni ma questo può anche non bastare se la macchina organizzativa ed i mezzi non sono all’altezza e questo cambiamento di passo tocca alla politica ed all’amministrazione.