Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 856
MODICA - 30/10/2010
Politica - Modica: slitta ancora l’esame del documento sull’Ato

Bozza del piano paesaggistico, Modica dice sì

La proposta dell’amministrazione provinciale taglia la zona rossa del Tellesimo di un terzo di territorio

Il consiglio comunale dice sì alla proposta di perimetrazione del Parco degli Iblei così come rielaborata dall’assessorato provinciale all’ambiente e dalla conferenza dei sindaci. La proposta passa a maggioranza con l’astensione di Vito D’Antona (SEL), e Nino Cerruto(Una Nuova Prospettiva).

La proposta alternativa a quella elaborata dalla Regione è una delimitazione meno ampia della zona rossa nel territorio comunale. Questa infatti comprende la valle del Tellesimo a cavallo tra le provincie di Ragusa e Siracusa anche se il territorio dove dovrebbe estendersi il parco scenderebbe da 45 mila ettari a solo 14 mila. Per Nino Cerruto la nuova perimetrazione è troppo limitativa mentre per D’Antona non si capiscono i criteri che hanno orientato questa scelta. Per il Pd, Mpa e le opposizioni, Pdi e Pdl, l’impatto del parco degli Iblei, così come è stato pensato, non condiziona lo sviluppo soprattutto delle aziende agricole in un territorio molto antropizzato.

Il consiglio rinvia poi l’approvazione dell’ordine del giorno sulla questione Ato. Paolo Nigro(Pdi) solleva una eccezione procedurale, il testo è stato depositato oltre i termini in segreteria, ed il presidente del consiglio, Carmelo Scarso, è costretto ad aggiornare il punto per la seconda volta consecutiva. Sull’argomento tuttavia Mpa e Pd sono critici in un documento congiunto e lamentano la rigidità delle opposizioni su un argomento che mira a difendere il buon nome della città rispetto agli attacchi dei componenti del collegio dei liquidatori dell’Ato. Giuseppe Sulsenti in particolare ha attaccato il sindaco e l’amministrazione accusandoli di incapacità amministrativa e di mancato rispetto degli accordi entrando in un campo strettamente politico.

Antonello Buscema, che contava molto sul documento di solidarietà, dovrà farne a meno e soprattutto farsene una ragione.