Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1232
MODICA - 09/12/2007
Politica - Modica - Se ne discuterà in consiglio comunale

Fa discutere l´introduzione
dell´addizionale Irpef:
MpA non ci sta

Minardo: "Dobbiamo sapere prima la quantità certa del debito" Foto Corrierediragusa.it

In consiglio arriva l’introduzione dell’Irpef ma Riccardo Minardo (nella foto) pone l’alto là. « Prima ci vuole un approfondimento politico e poi voteremo l’atto « dice il parlamentare Mpa.

Il capogruppo Carmelo Scarso ha avuto mandato di attenersi al documento approvato dal coordinamento cittadino del movimento con il quale Mpa chiede al sindaco ed alla maggioranza di affrontare in modo globale tutta la questione finanziaria.

« Lo abbiamo detto -dice Riccardo Minardo ? Dobbiamo sapere prima la quantità certa del debito, il come si vuole affrontare la questione in termini di nuove entrate e soprattutto quali sono le priorità. Mi pare pertanto prematuro discutere dell’introduzione dell’Irpef per il 2008 nel consiglio comunale di domani».

La seduta è stata convocata per le 19 e prevede come primo atto la surroga del consigliere Franco Militello, dimissionario perchè nominato assessore allo sviluppo economico con il primo dei non eletti in Forza Italia, Alessandro Borghese. Mpa ha dato parere favorevole in commissione bilancio e in commissione affari generali per l’introduzione della nuova tassa ma Minardo puntualizza « Era solo un parere di natura tecnica; per noi prima viene la questione politica».

L’addizionale Irpef è il punto più importante dell’intera manovra finanziaria della giunta Torchi perché assicurerà, una volta approvata, un introito di due milioni e mezzo di euro l’anno. L’addizionale è stata fissata allo 0,6 per cento del reddito annuo e prevede l’esenzione per la fascia fino ad ottomila euro l’anno. Per un reddito medio di venti mila euro l’Irpef graverà sulle famiglie per circa 120 euro l’anno; Torchi da parte sua ha incassato i pareri delle due commissioni ed ha chiesto al presidente del consiglio di porre il punto all’ordine del giorno perché se l’addizionale Irpef deve andare a regime dal prossimo anno deve essere approvata entro la fine dell’anno.

Il sindaco ha avuto il via libera alla approvazione della manovra da Udc e Forza Italia ma forse non aveva messo in conto la puntualizzazione di Mpa che prima con un documento e poi con le parole di Minardo chiede innanzitutto il chiarimento politico.

L’addizionale Irpef sarà il primo momento di una manovra che punta a far entrare nelle casse di palazzo S. Domenico sei milioni di euro in più per il 2008. Oltre l’Irpef infatti è previsto mezzo milione di introito per l’innalzamento dei ticket per i servizi a domanda individuale come mense, trasporti , prestazioni domiciliari sociali; il terzo elemento della manovra è l’aumento dell’Ici , ancora da definire nei dettagli e la tassa sui rifiuti solidi urbani che per il 2007 dovrà essere intergrata per un milione e mezzo di euro per coprire il maggior costo determinatosi per il conferimento dei rifiuti.

In questo caso l’aumento medio per famiglia oscillerà tra gli ottanta ed i cento euro. Tra Irpef, Ici, Tarsu e ticket il 2008 porterà ai modicani un regalo di non meno di trecento euro di esborso.