Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 886
ISPICA - 31/05/2010
Politica - Ispica: già da stasera si conoscerà il nome del nuovo sindaco

Ispica, amministrative 2010: si vota fino alle 15 di oggi

Ieri, dalle 8 alle 12, sono andate a votare 2021 persone (1102 elettori e 919 elettrici), su 13 mila 254 cittadini ammessi al voto

I cittadini avranno tempo per votare fino alle 15 di oggi. I 14 seggi impegnati nelle operazioni di voto sono disponibili dalle 7 di stamani. Mentre, ieri, hanno aperto i battenti alle 8 per, poi, chiudere alle 22.

Gli elettori sono stati chiamati ad eleggere venti consiglieri comunali e il sindaco. Ispica risulta l’unico comune dei dodici della provincia impegnato nella competizione elettorale per il rinnovo delle amministrative. Sono in tutto 41, in Sicilia, i comuni impegnati nelle elezioni comunali.

Le operazioni di voto, ieri, all’interno dei seggi, si sono svolte senza intoppi e in modo spedito. A mezzogiorno, è stato già reso noto il primo dato significativo sull’affluenza alle urne. Dalle 8 alle 12, sono andate a votare 2021 persone (1102 elettori e 919 elettrici), su 13 mila 254 cittadini ammessi al voto, pari ad una percentuale del 15,13 per cento. Un dato singolare, in quanto praticamente risulta uguale a quello del 2005 che fece registrare, sempre in quel margine di tempo, il 16 per cento della popolazione alle urne.

Come anticipato, alle 15 di oggi, le sezioni chiuderanno le porte al pubblico e, subito dopo, inizieranno le operazioni di spoglio delle schede elettorali. Entro stasera, si conoscerà quasi certamente il nome del nuovo primo cittadino. Corrono per conquistare la fascia tricolore i tre candidati: Pippo Barone, candidato del centrosinistra, è sostenuto dal Partito democratico, Italia dei valori (Idv) e il Partito socialista italiano (Psi), che competeranno con una sola lista ed i simboli congiunti. E le liste civiche Libertà e buon governo, Insieme per Ispica, Comitato Santa Maria del Focallo, Marina Marza - Api e Movimento per le autonomie; Giuseppe Di Giorgio (Primavera ispicese); Piero Rustico, candidato del centrodestra, guida la coalizione costituita da Unione democratici di centro (Udc), Popolo delle libertà (Pdl), Rustico sindaco, Popolari liberali, Ispica domani e Alleanza azzurra per Ispica (Aapi).

Mentre, per conoscere i nomi dei nuovi venti consiglieri comunali, si dovrà probabilmente attendere la giornata di domani.

GLI ISPICESI AL VOTO
Su 14 mila 457 abitanti, sono in 13 mila 254 gli ispicesi ammessi al voto. 6717 saranno le femmine. 6537, i maschi. Al voto inoltre cento cittadini della Comunità europea residenti ad Ispica. E oltre 20 «stranieri», con altri diversi requisiti, sono stati ritenuti idonei al voto dalla sottocommissione elettorale del Comune. Sono invece quattordici le sezioni elettorali. Il 20 maggio scorso si è proceduto al sorteggio dei settanta scrutatori che, ieri, hanno insediato i seggi. Ce ne saranno cinque per ogni sezione.

Invece, sono in 254 candidati al consiglio comunale, inseriti nelle tredici liste in lizza. Un numero considerevole che renderà arduo il superamento del cinque per cento. La soglia minima percentuale che consente alle liste di far scattare un seggio.

Su 254 candidati, solo 39 sono le donne che si candideranno nella qualità di consiglieri comunali. Fra queste, le uscenti Anna Maria Gregni e Anna Infanti. La lista che conta maggior numero di donne è quella di Comitato Santa Maria del Focallo, Marina Marza - Api candidandone ben sette. A seguire, le liste del Popolo delle Libertà e Rustico sindaco con ben sei candidate a testa. Primavera ispicese e Ispica domani sono invece le liste che non annoverano donne fra i candidati al consiglio comunale.

Solo in tre risultano i candidati a sindaco: Pippo Barone, Giuseppe Di Giorgio e Piero Rustico. Le candidature sono state sottoscritte il cinque maggio scorso (termine ultimo imposto dalla legge), negli uffici del Comune, insieme con quelle degli assessori. Per ogni candidato o coalizione, sono stati depositati due nominativi sui quattro che comporranno la nuova giunta municipale. Confermati i nomi, nel centrodestra guidato da Rustico, degli onorevoli Innocenzo Leontini e Orazio Ragusa.

Nel centrosinistra, con a capo Barone, sono stati designati Michele Strano (ex assessore al Bilancio nella giunta Rustico e candidato anche nella qualità di consigliere nella lista Insieme per Ispica) e Pierenzo Muraglie segretario del Partito democratico (Pd), anch’egli candidato come consigliere nella lista di riferimento. Gli assessori indicati Di Giorgio, che guiderà la lista Primavera ispicese, sono Giuseppe Bonsangue e Giovanni Barone.

Di Giorgio, Barone e Bonsangue risultano tutti e tre candidati al consiglio comunale. Mentre Rustico e Pippo Barone, no.

Piero Rustico, sindaco uscente, guida quindi la coalizione del centrodestra, che è finora stata al governo della città. È costituita da Unione democratici di centro (Udc), Popolo delle libertà (Pdl), Rustico sindaco, Popolari liberali, Ispica domani e Alleanza azzurra per Ispica (Aapi).

L’Aapi è una lista singolare. Nata sotto l’egida di Carmelo Incardona e Nino Minardo, sembra riflettere ad Ispica il disagio tutto interno al Pdl nell’Assemblea regionale siciliana (Ars). Evidenziando il distacco politico da Leontini, capogruppo del Pdl all’Ars, e ponendosi solo al servizio del candidato Rustico.

Un’altra novità riguarda invece l’Udc che perde un pezzo. Carmelo Pisana, vice presidente uscente del consiglio comunale, lascia la Vela per candidarsi nella lista Rustico sindaco.

Degli assessori uscenti, si sono candidati al consiglio comunale solo i due rappresentanti dell’Unione di centro (Udc) Cesare Pellegrino e Gianni Tringali e Patrizia Lorefice (Alleanza azzura per Ispica). Gli altri componenti della giunta (Paolo Mozzicato, Luigi Ruffino, Marco Santoro e Marco Genovese) si limiteranno a sostenere altri candidati, colleghi di partito, per rendere più forti le liste.

Pippo Barone guida invece la coalizione del centrosinistra, allargata al Movimento per le autonomie (Mpa). Fanno parte della coalizione, Italia dei valori (Idv) e il Partito socialista italiano (Psi), che competeranno con una sola lista ed i simboli congiunti. E le liste civiche Libertà e buon governo, Insieme per Ispica, Comitato Santa Maria del Focallo, Marina Marza - Api ed il Partito democratico.

Giuseppe Di Giorgio rappresenta il terzo incomodo. Candidato a sindaco della lista civica Primavera ispicese, il suo slogan «vi seppellirò di voti» risulta la nota più curiosa (e forse macabra) della campagna elettorale.

Il Mpa ha invece presentato una lista di 19 candidati, a causa della defezione della consigliera uscente Anna Maria Gregni, che si è candidata nella lista Insieme per Ispica.

La campagna elettorale che ha caratterizzato il mese di maggio è risultata apparentemente silenziosa, ma, in realtà, è stata mossa da un contorto ingranaggio messo in moto da un carburante composto da veleni, pressioni e frustrata incapacità politica. E, in fondo, basti leggere con attenzione la composizione delle liste elettorali. Nella maggior parte dei casi, sono «riempite» da nomi di emeriti sconosciuti, candidatasi per tutti altri motivi, fuorché quelli della ragione politica.

TUTTE LE LISTE E I NOMI DEI 254 CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

Sono 254 i candidati, di cui 39 donne. Di seguito l´elenco delle 13 liste.

Piero Rustico sindaco

PDL – Il popolo della libertà:
Serafino Arena, Giuseppe (detto Josè) Bellisario, Antonino (detto Antonello) Calvo, Carmelo Canto, Carbonaro Giuseppe, Carol Caruso, Giuseppe Corvo, Pasquale D’Alto, Massimo Dibenedetto, Giuseppa (detta Pina) Donzello, Massimo Donzello,Salvatore Ferraro, Anna Fidelio, Anna Infanti, Ignazia Maria (detta Mara) Lorefice, Carmelo Padova, Maurizio Peligra, Lorenzo Ricca, Pietro Zocco, Anna Zuccaro.

Udc – Unione di Centro:
Corrado Aprile, Giuseppe Bellisario, Angelo Di Pietro, Roberto Drago, Giuseppe Failla, Giovanni Falco, Anna Maria Granata, Antoniono Lorefice, Salvatore Masetti, Paolo Monaca, Elisabetta Moncada, Cesare Pellegrino, Michele Petrolo, Pinuccio Pisana, Salvatore Sambito, Massimo Savasta, Antonino Spada, Emanuele Spadaro, Giovanni (detto Gianni) Tringali, Giuseppe Zocco.

Popolari Liberali:
Gianluca Adamo, Salvatore (detto Donato) Bruno, Pietro (detto Piero) Cappello, Evelina (detta Evelin) Cerruto, Giovanni (detto Gianni) Di Rosa, Antonino (detto Nino) Distefano, Luigi Ferraro, Salvatore Ficarra, Angelo Fidelio, Rosalba Fronte, Antonio (detto Antonello) Gianì, Maurizio Iacono, Vincenzo (detto Enzo) Lorefice, Salvatore (detto Salvo) Rubbera, Rosario (detto Saro) Rustico, Mario Santoro, Margherita Scarso, Concetto Sessa, Maria Carmela Spadaro, Carmelinda (detta Linda) Zaccaria.

Alleanza azzurra per Ispica - Rustico sindaco:
Salvatore Monaca, Francesca (detta Patrizia) Lorefice, Enrico Azzaro, Carmelo Barone, Angelo Cerruto, Giuseppe Eroe, Attilio Fava, Vincenzo (detto Enzo) Figura, Antonino Fornterrè, Giuseppe Gianì, Letizia Giliberto, Alberto Lauretta, Salvatore Licitra, Sergio Lorefice, Rosario Morvillo, Nicolo Murè, Giovanni Padova, Giuseppe (detto Peppe) Pisana, Luke Santuccio, Maria Tela.

Rustico sindaco:
Guglielmo Accaputo, Maria Luigia (detta Teresa) Amendolagine, Orazio Cavallo, Rosaria Cinquerrui, Antonello Civello, Angelo Di Martino, Carolina Di Tommasi, Francesco (detto Ciccio) Donzello, Carmelo (detto Meluccio) Fidelio, Salvatore Garofalo, Giombattista (detto Titta) Genovese, Giovanni Lauretta, Sabina lorefice, Salvatore (detto Salvuccio) Monaca, Carmelo Pisana, Ilenia Poidomani, Giuseppe (detto Peppe) Quarrella, Carmelinda (detta Linda) Rabbito, Giuseppe Rustico, Salvatore Spatola.

Ispica domani:
Alessandro Camerata, Carmelo Cicero, Francesco (detto Franco) Cilia, Vincenzo (detto Enzo) Ciranna, Roberto Corallo, Giuseppe (detto Pino) Denaro, Giuseppe (detto Pippo) Destro Pastizzaro, Giorgio Gainnì, Roberto Gieri, Nicolò (detto Nicola) Lorefice, Giovanni Maucieri, Angelo Migliore, Carmelo Oddo, Maurizio Poidomani, Giovanni Quarrella, Francesco (detto Franco) Romano, Pietro (detto Piero) Rustico, Marco Schifitto, Franco Sessa, Alessandro Poidomani.

Pippo Barone sindaco

Pd – Partito democratico:
Pietro Aprile, Giorgio Paolo Armenia, Giovanni Bonomo, Antonino Cannarella, Giacomo Cannata, Rita Capuano, Salvatore Carpintieri, Pietro Caruso, Antonino Cassiba, Enrico Fedrigo, Felice Galifi, Giovanni Gambuzza, Salvatore Lorefice, Vincenzo Lupo, Luciano Motta, Pierenzo Muraglie, Rosalia Pezzitola, Giuseppe Roccuzzo, Salvatore Santoro, Patrizia Spatola.

Psi Partito Socialista Italiano – Idv Italia dei Valori:
Saverio Alaimo, Elena Azzone, Natale Belluardo, Maria Giovanna Bentivoglio, Corrado Presti, Francesco Denaro, Carmelo di Gregorio, Antonio Di Luca, Flavio Ferro, Salvatore Latino, Vito Laterra, Lucia leuggio, Luigi Martorana, Giovanni Migliorino, Michele Minardo, Biagio Pisana, Luca Pizzo, Giuseppe Rosetta, Giuseppe Trombatore.

Mpa- Mocimento per l’autonomia:
Carmelo Alfano, Giorgio Alecci, Francesco Aliano, Maurizio Beltrami, Elisabetta Bramanti, Massimo Cataudella, Francesco Donzello, Salvatore Fronterrè, Giuseppe Gambuzza, Gianluca Genovese, Umberto Gentiluomo, Giuseppe La Terra, Luigi Micieli, Giuseppe Medici, Pietro Migliorisi, Massimiliano Sessa, Corrado Sapda, Claudio Vaccaro, Giuseppe Zocco.

Api Alleanza per l’Italia – Comitato S. Maria del Focallo Marina Marza:
Giovanni Blanco, Rosario Cannata, Benedetto Cappello, Venera Carbè, Giuseppa Cirmena, Antonino Figura, Antonino Galazzo, Domenica Genovese, Giuseppe Giamblanco, Alessandro Gieri, Concetta Giurdanella, Isabella Graziano, Angelo Lorenzano, Corrado Maltese, Silvana Migliorisi, Giorgio Monaca, Salvatore Nastasi, Maria Rizza, Salvatore Roccasalva, Ignazio Sena.

Insieme per Ispica:
Michele Strano, Salvatore Milana, Giorgio Bellia, Pietro Belluardo, Vincenzo Caruso, Sebastiana Cerruto, Corrado Corallo, Michelangelo Di Mari, Vincenzo Galvano, Rosario (detto Saro) Iozzia, Gabriela Kulik Gruszka, Ylenia Maceli, Giovanni Marcì, Luigi Matarazzo, Antonino (detto Toni) Scarso, Francesco Scarso, emiliano Vinci, Salvatore Camerata, Vittorio Vinci, Anna Maria Gregni indipendente.

Libertà – Buon governo:
Margherita Armenia, Lorenzo Avveduto, Saverio Barone, Giuseppe Carpintieri, Carmelo Caruso, Giuseppe (detto Peppe) Corallo, Antonino Di Luca, Giuseppe (detto Peppe) Dipietro, Fabio Fratantonio, Antonino Lauretta, Angelo Luca, Sabina Maucieri, Francesco Moncada, Luigi Moncada, Salvatore (detto Salvuccio) Rustico, Corrado Santocono, Baldassare Sferrazza, Biagio Solarino, Ernesto Tarascone, Antonio Terribile.

Giuseppe Di Giorgio sindaco

Movimento Primavera Ispicese:
Giuseppe Di Giorgio, Giovanni Barone, Giuseppe Bonsangue, Vincenzo Lucenti, Pietro Matarazzo, Roberto Ragusa, Pietro Avveduto, Natalino Di Lorenzo, Pietro Peluso, Benito Marini, Michele Barone, Giacomo Settembre, Saverio Barone, Giuseppe lauretta, Salvatore Iurato, Carmelo Caruso, Luigì Busà, Salvatore Gagliani, Carmelo Caruso, Saverio Caruso.