Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 681
ISPICA - 14/04/2010
Politica - Ispica: si avvicina la scadenza elettorale del 30 maggio

Amministrative Ispica, giochi fatti entro il 5 maggio

Le liste, per il momento, risultano 14

Entro il 5 maggio i partiti dovranno presentare le liste dei candidati al consiglio comunale, che competeranno alle elezioni amministrative del prossimo 30 maggio. Le liste, per il momento, risultano 14. L´inserimento dello sbarramento (5 per cento) non ha evidentemente evitato il proliferare delle liste. I candidati a sindaco sono per il momento due (Piero Rustico del centrodestra e Pippo Barone del centrosinistra) ma potrebbero anche diventare cinque. L´Mpa deciderà nelle prossime ore se correre da solo (con Anna Maria Gregni candidata a sindaco) o se sostenere la proposta del centrosinistra. Sulla scena politica si affacciano anche due liste civiche (Primavera ispicese e Ispicamare) che potrebbero presentare dei loro candidati a sindaco.

La coalizione che sostiene Piero Rustico è composta da sei liste: Popolo delle libertà (Pdl), Rustico sindaco, Udc, Popolari liberali, Alleanza per Ispica, Ispica domani e Nuove prospettive, anche se sulla presentazione di quest´ultima lista, composta da ex appartenenti alla Margherita, non vi sono ancora certezze. In caso contrario, gli esponenti di Nuove prospettive chiederanno ospitalità nelle liste Alleanza per Ispica (che sostituisce Alleanza nazionale), oppure, nella lista Rustico sindaco. I big resteranno dietro le quinte. Il sindaco uscente, il deputato regionale Innocenzo Leontini, l´ex senatrice Marisa Moltisanti, il consigliere provinciale Salvatore Moltisanti hanno, infatti, deciso di non candidarsi. Qualche indiscrezione trapela in casa Udc (saranno candidati gli assessori uscenti Gianni Tringali e Cesare Pellegrino) e Popolari liberali (in lizza con i consiglieri uscenti Donato Bruno, Mario Santoro e il nuovo acquisto Antonello Gianì). In Alleanza per Ispica, ci saranno Franco Sacchetta, il consigliere uscente Salvatore Monaca e l´assessore uscente Patrizia Lorefice. Nella lista Ispica domani, si evidenzia il nome di Carmelo Oddo, figlio del consigliere Tommaso Oddo, che passa al congiunto il testimone, trasferendosi dal centrosinistra al centrodestra.

La coalizione di Pippo Barone sarà invece composta da quattro liste: Partito democratico, Libertà e buon governo, Partito socialista italiano e Alleanza per l´Italia (che ingloba il comitato Santa Maria del Focallo, Marina Marza). In lizza ci saranno certamente, nel Pd, Pierenzo Muraglie e Giuseppe Roccuzzo. E di Giuseppe Di Pietro nella Libertà e buon governo. Come il sindaco Rustico, anche Barone non si candiderà al consiglio comunale.

Il Movimento per l´autonomia rappresenta invece, ancora, un´incognita. L´unica certezza è legata al fatto che non sosterrà la candidatura di Piero Rustico e, quindi, non si coalizzerà con il centrodestra. Rimane dunque in piedi la possibilità che il movimento possa correre da solo, sostenendo un proprio candidato a sindaco (il consigliere uscente Anna Maria Gregni) o convergere con il centrosinistra. Al contrario di Barone e Rustico, se Gregni fosse candidata a sindaco, non rinuncerebbe a correre anche per uno dei seggi del consiglio comunale.