Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 929
ISPICA - 22/11/2007
Politica - Ispica - Seduta improduttiva. Non sono stati trattati i punti salienti

Fumata nera
in consiglio comunale

Anna Maria Gregni si è ufficialmente dichiarata consigliere Mpa Foto Corrierediragusa.it

Una fumata nera. Così può definirsi il consiglio comunale di martedì sera, considerata l’improduttività. I punti all’ordine del giorno, perlomeno quelli salienti come il rendiconto delle spese dell’amministrazione domandata dall’opposizione o le problematiche inerenti al 118, sono stati demandati alla conferenza dei capo gruppi consiliari, in data da destinarsi.

L’adunanza, come sempre riunita in seconda convocazione, si è però protratta fino a quasi le due del mattino. Per ben cinque ore, priorità è stata data alle beghe politiche piuttosto che alle reali esigenze della cittadinanza.

Anna Maria Gregni (nella foto), ufficialmente, si è dichiarata consigliere del Movimento per l’autonomia, confermandosi rappresentante dell’opposizione. Poco prima il «collega» Salvatore Garofalo dichiarava che il Mpa è nella maggioranza e come tale egli rimaneva in quella area collocato. Contravvenendo quindi alle indicazioni dei deputati Enzo Oliva e Riccardo Minardo che avevano pochi gironi fa chiarito che il Mpa ad Ispica non è organico alla maggioranza.

Il consigliere Carmelo Pisana (Udc) rimane ancora seduto nei banchi dell’opposizione. Per questo motivo, ha subito l’attacco del consigliere Giuseppe Bellisario (Sviluppo e Solidarietà).

Bellisario e il collega Mario Santoro, invece, non hanno fatto nulla trapelare riguardo ad una possibile federazione con il movimento dei lombardiani.

Ed infine, Anna Infanti e Salvatore Monaca non hanno ancora ufficializzato la loro posizione di consiglieri comunali di Alleanza nazionale: attendono la verifica politico amministrativa che dovrebbe attuare il sindaco Piero Rustico sabato, prima di dare conferme.

I consiglieri di Forza Italia, dal canto loro, non sono apparsi avversi al sindaco Rustico. Malcelata però l’insofferenza nei riguardi di Garofalo nel momento in cui ribadiva la sua presenza nella maggioranza. Le frizioni fra gli «Azzurri» e il primo cittadino scaturiscono infatti proprio dall’ambigua posizione di Garofalo, al quale non perdonano di aver abbandonato Fi dove era stato eletto.