Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:00 - Lettori online 1473
ISPICA - 29/12/2009
Politica - Ispica: fibrillazioni di fine anno dopo mesi di calma apparente

Ispica: assessori e consiglieri "separati in casa"

I consiglieri Bellisario e Pisana «sfiduciano Pellegrino e Tringali», accusati di «agire in perfetta solitudine e senza alcun collegamento con il partito e con i consiglieri stessi»

Carmelo Pisana e Giuseppe Bellisario, consiglieri comunali Udc, non riconoscono Gianni Tringali e Cesare Pellegrino, assessori del medesimo partito, come loro rappresentanti in giunta.

Consiglieri e assessori hanno vissuto per quasi tutta la legislatura alla stregua di separati in casa. Ma hanno sempre tentato di lavare i panni sporchi in casa, non dando in pasto alla stampa i gravi problemi «coniugali» vissuti all’interno del partito.

La situazione è ora precipitata. L’enorme falla nella conduttura della pazienza non è più riparabile con un improvvisato rattoppo e Bellisario e Pisana «sfiduciano Pellegrino e Tringali», accusati di «agire in perfetta solitudine e senza alcun collegamento con il partito e con i consiglieri stessi», seguendo «una logica antidemocratica e fuori da ogni regola di appartenenza politica».

Le cose, nell’Udc, sembravano andare meglio nell’ultimo mese. L’onorevole Peppe Drago, nel frattempo nominato commissario della sezione ispicese del partito, negava in modo energico la mancanza di dialogo fra consiglieri e assessori. Invece, ieri, la redazione del documento firmato da Bellisario e Pisana ha smentito lo stesso leader ibleo del partito, deflagrando in quella che potrebbe anche leggersi come una rottura, forse, definitiva. Almeno questo fanno suppore alcuni passaggi nella nota stampa, quali:«In attesa di un’imminente ed effettiva verifica politica all´interno dell’Udc, i sottoscritti (Bellisario e Pisana), attualmente, non si riconoscono negli assessori Tringali e Pelligrino e si riservano future eclatanti prese di posizione auspícando, entro breve tempo, una decisione definitiva e drastica da parte dell’onorevole Drago, il quale possa ridare dignità e leggittimazione al partito e a quanti vi si riconoscono».

Bellisario e Pisana hanno infine evidenziato che «nonostante le promesse di cambiamento e di disponibilítà, anche alla luce della posizione assunta dall’onorevole Drago, nulla sembra essere cambiato rispetto alle posizioni individualiste e scollegate dei due assessori Pellegrino e Tringali. E se qualcuno – concludono – volesse far apparire l’Udc ispicese non all’interno lacerato, si tratterebbe di una forzatura senza alcun riscontro, considerato che la posizione dei due consiglieri e di tutt’altro tenore e di completo rifiuto in ordine all’intero operato politico e istituzionale degli assessori Udc».