Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 592
ISPICA - 02/06/2009
Politica - Ispica: i socialisti eleggono il nuovo segretario

Saverio Alaimo alla guida del Partito socialista ispicese

Il neo segretario: «Il «garofano rosso» è vivo e vegeto». Unico strappo da ricucire, quello di Tommaso Oddo
Foto CorrierediRagusa.it

Saverio Alaimo (nella foto accanto) è stato eletto segretario del Partito socialista. I militanti lo hanno stabilito venerdì scorso, nel corso della riunione avvenuta nella «vecchia» sezione del partito in piazza Regina Margherita. «Il resto del direttivo – annuncia Alaimo – sarà composto nel breve volgere della settima in corso».

Il nuovo segretario non ha voluto però fornire anticipazioni sui nomi di coloro che ne faranno parte. Quasi di certo la carica di vice segretario non sarà ricoperta da Carmelo Zocco, prestigiosa personalità della politica ispicese ed ex consigliere provinciale. Zocco, pur essendo un iscritto al partito, per il momento preferisce prolungare il «suo attimo» di riflessione politica. Della politica ha però conservato la parte migliore. Coltiva ancora un impegno assunto con devozione diversi anni addietro: l’ospitalità ai bambini bielorussi che va a prendere personalmente, per accompagnarli in Italia. Partirà nei prossimi giorni.

A sentire Alaimo, invece, assisteremo nei prossimi mesi al rilancio del Partito socialista. La scomparsa di quel che era una volta il «garofano rosso» è stata infatti solo apparente.
«In tutta verità – tiene a precisare Alaimo – non siamo mai scomparsi. Abbiamo solo ricevuto nuovi e interessanti stimoli dal segretario nazionale Nencini, che ha restituito nuova linfa ai socialisti. Pertanto, ci sentiamo più che mai pronti a scendere di nuovo in piazza poiché ci metteremo in gioco con ritrovato vigore. La linea politica adottata sarà ben precisa e tutta rivolta alla concretezza. Non socialisti siamo militanti liberi e non disposti a scendere a compromessi. Non siamo interessati alle spartizione delle poltrone poiché siamo motivati da logiche politiche costruttive e non fittizie».

Nel Partito socialista non mancano i dissidenti. A quanto pare uno di essi risulta proprio il loro rappresentante in consiglio comunale Tommaso Oddo. Ad Alaimo, toccherà l’arduo compito di ricucire gli strappi o tagliare i rami secchi se l’eventualità lo richiedesse.