Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 693
ISPICA - 26/05/2009
Politica - Ispica: sono in tutto dieci i componenti

Ispica: "Nuova generazione", circolo territoriale giovanile Mpa

La natura del circolo è politico - culturale e si intende far proliferare il movimento federale «Mpa Giovane»
Foto CorrierediRagusa.it

Si è costituito «Nuova generazione»: si tratta del circolo territoriale giovanile del Movimento per l´autonomia. Sono in tutto dieci i componenti: i fratelli Antonello e Alberto Abbate, Francesca Bonsangue, Salvatore Bonsangue, Carmelo Cerruto, Giuseppe Colombo (nella foto), Patrizia De Tora, Francesco Firera, Ivana Tidona, Davide Vittorini.

La natura del circolo è politico - culturale e si intende far proliferare il movimento federale «Mpa Giovane».

Colombo, 27 anni, risulta il più «vecchio» d’età del circolo. Ricopre da pochi mesi la carica di vice commissario del Mpa. Gli altri componenti spaziano dai 22 anni in giù.

«I giovani ispicesi del Mpa sono convinti che – affermano Bonsague, De Tora e Tidona (le uniche tre donne del circolo) – «Nuova generazione» rappresenti una diversa realtà, che si batte contro le logiche vecchie e inadeguate della politica cittadina».

«La nostra generazione – continuano i fratelli Abbate e Bonsangue – deve diventare protagonista per contrastare l’arroganza dei potenti e, soprattutto, una casta di raccomandati che non dovrà più esistere: devono andare avanti i migliori».

«Vogliamo che – aggiungono Cerruto, Firera e Vittorini – i titoli di studio, conseguiti con tanta fatica, rappresentino un’opportunità in più in un’ideale sistema meritocratico, ancora purtroppo non reale».

Il circolo avrà sede in via Roma. «Saranno bene accetti – dice Colombo – tutti i giovani ispicesi che vogliono migliorare la propria società. I giovani del Mpa si impegneranno a coltivare e diffondere valori come giustizia, verità e bene comune, oggi, in disuso».

Il consigliere Anna Maria Gregni, nel dare il benvenuto alle nuove leve del partito, esprime la speranza che molte più giovani s’impegnino politicamente: «Θ frustrante che – evidenzia – le presenze femminili siano solo garantite da misere quote rosa. L’unione però fa la forza. Più donne s’impongono, imprimendosi, nel panorama politico, meno difficile sarà la scalata nel raggiungere le più alte cariche dello Stato. L’ambizione politica delle donne – conclude – non significa sostituirsi agli uomini, emularli o voler essere come loro. Diversamente, vuol dire incontrarsi, prendendo il meglio gli uni, dalle altre».