Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 785
ISPICA - 10/02/2009
Politica - Ispica: il "rimpastino" della giunta Rustico

Ispica: Lorefice nuovo assessore

Il primo cittadino ha attribuito le deleghe al settimo assessore Marco Santoro, ridistribuendo quelle di Mozzicato e Ruffino
Foto CorrierediRagusa.it

Francesca Lorefice (nella foto), meglio conosciuta come Patrizia, è stata nominata assessore. Ha sostituito in giunta la dimissionaria senatrice Marisa Moltisanti, avvicendando quindi un assessore di Alleanza nazionale. Un mazzo di fiori le è stato offerto in dono dopo il giuramento. Un delicato gesto da parte del sindaco Piero Rustico che ha in questo modo sottolineato il già noto entusiasmo destato da questa nuova e giovane presenza in amministrazione.

Nella medesima giornata, il primo cittadino ha finalmente attribuito le deleghe al settimo assessore, Marco Santoro, ridistribuendo inoltre quelle degli assessori Paolo Mozzicato e Luigi Ruffino.

Il sindaco ha assegnato a Santoro le Politiche giovanili, lo Sport, il Centro giovanile, il Tempo libero, l’Impiantistica sportiva e i Rapporti con il consiglio comunale. Deleghe che, in parte, appartenevano a Mozzicato. Quest’ultimo ha invece ottenuto in cambio l’Urbanistica e il Piano regolatore generale, mantenendo però i Fondi strutturali, la Fascia costiera e l’E – Governement.

Le deleghe inerenti all’Urbanistica e al Prg sono state «rosicchiate» dall’assessorato di Ruffino, il quale detiene ancora i Lavori pubblici, la Manutenzione, i Servizi cimiteriali, lo Spettacolo e gli Eventi.

Sono rimasti invariati tutti gli altri assessorati. Il neo assessore Lorefice ha infatti mantenuto le deleghe della senatrice Moltisanti: Pubblica istruzione, Beni culturali, Pari opportunità, Politiche culturali, Biblioteca, Edilizia scolastica, Associazionismo, Volontariato e Ispicesi nel mondo.

Le indennità percepite dagli assessori sono invece diminuite, in quanto il budget per loro disposto sarà ora diviso sette, considerata a dicembre l’aggiunta di Santoro ai sei componenti della giunta.

«In primis – ha affermato ieri Lorefice in conferenza stampa – ringrazio il sindaco che, con questa nomina, mi ha manifestato fiducia e stima. In passato, abbiamo già collaborato, lavorando per portare in città nuove e positive energie. Allo stesso modo – sottolinea – ringrazio An, il commissario provinciale Carmelo Incardona e quello cittadino, il consigliere Salvatore Monaca: entrambi mi hanno dato l’opportunità di spendermi per la mia città. Essendo io una donna – aggiunge – credo, immodestamente, di posseder una marcia in più, il «quid pluris» proprio del mondo femminile: la sensibilità nel recepire le necessità e il senso pratico nell’affrontare i problemi; qualità che scaturiscono dal quotidiano e difficile compito di conciliare i mille impegni della famiglia e del lavoro. Mi impegnerò – conclude – a fornire risposte durature alle istanze degli ispicesi».

Lorefice, non eletta consigliere comunale, è stata candidata alle trascorse amministrative in «Rustico Sindaco», una delle tre liste a supporto di Forza Italia. Ha ottenuto 119 voti. Entra in giunta rilevando la «quota» di An e, da parte sua, non vi è mai stata un’adesione ufficiale nel partito, spiegata in parte dalla «corsa» verso il Popolo delle libertà, nella fusione con Fi.

Lorefice ha però spiegato «d’essere sempre stata una simpatizzane di An, sin da quando aveva 16 anni». Il motivo per il quale si è candidata in «Rustico Sindaco», riguarda «una decisione che riteneva più giusta in quel particolare momento politico della sua vita», sottolineando che «quella lista era comunque costruita sul fronte della Casa delle Libertà».