Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1152
ISPICA - 21/10/2007
Politica - Ispica - Al Genio civile la redazione della parziale revisione

Approvazione Prg:
si accelera l´iter

Dibenedetto: "L’adozione del Prg deve esuli dai colori politici" Foto Corrierediragusa.it

Potrebbe essere l’anno decisivo per l’approvazione del Piano regolatore generale: è stata trasmessa al Genio civile la redazione della parziale revisione che, entro il 12 novembre, si pronuncerà sull’eventuale adozione. L’approvazione definitiva sarà compito del Consiglio comunale e potrebbe appunto verificarsi entro pochi mesi.

Giuseppe Gangemi, titolare della cattedra di Urbanistica dell’Università di Palermo e componente del Comitato scientifico piano urbanistico regionale, è stato l’architetto che il Comune ha incaricato per portare a compimento il nuovo Prg. Tale piano è stato preceduto da quello redatto nel 1979, elaborato dall’architetto Censon che incluse le lottizzazioni per espandere le zone residenziali in periferia, prevedendo erroneamente l’incremento demografico della popolazione ispicese. ? proprio basandosi sul Piano Censon che l’amministrazione ha effettuato le ultime e non isolate lottizzazioni.

Infatti, ne incombono di nuove. Ben tre sono previste nell’immediato futuro, in quanto inserite come punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale che si svolgerà martedì, 30 ottobre, alle 20.

Inoltre, la mancanza di certezze per l’inesistenza del Prg ha visto proliferare le irregolarità e l’abusivismo edilizio.

«La roccaforte dell’abusivismo ? replica in tal senso il sindaco Piero Rustico ? è la fascia costiera. Il nuovo Prg ne prevede il riordino ed il riassetto generale. Si edificherà inoltre secondo logiche razionali e sostenibili a livello ambientale».

Nel frattempo, la Cna ha organizzato per martedì prossimo un’assemblea pubblica di tutti gli imprenditori associati che dibatteranno sul tema: «L’impegno della Cna per la zona artigianale e industriale di Ispica».

Ormai da tempo, infatti, la Cna sollecita all’amministrazione l’inserimento nel Prg di un’area artigianale per rilanciare l’imprenditoria locale. Con il medesimo obiettivo, ha avanzato la proposta al consorzio Asi di ampliare l’area industriale Modica - Pozzallo sul territorio di Ispica.

Quasi emblematiche risultano però le parole pronunciate dal presidente del consiglio comunale, Massimo Dibenedetto (nella foto): «Mi auguro che l’importanza che riveste l’adozione del nuovo Prg esuli dai colori politici. Lo strumento urbanistico appartiene ai cittadini e non agli schieramenti politici».