Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 24 Novembre 2017 - Aggiornato alle 11:27 - Lettori online 623
ISPICA - 28/03/2017
Politica - L’opposizione patteggia per il "Gangemi"

Giunta Muraglie va avanti con il Prg

Era intervenuto il movimento di opposizione Area Popolare Foto Corrierediragusa.it

«L´Amministrazione Muraglie, avendo ricevuto mandato dagli ispicesi, rivendica il diritto a determinare la crescita urbanistica del territorio ascoltando la città. Nessun atto illegittimo è stato posto in essere». È la risposta del sindaco Pierenzo Muraglie (foto) in seguito alla nota dell’assessorato regionale Territorio ed Ambiente che ha diffidato l’Amministrazione comunale, invitandola a procedere entro trenta giorni a ripristinare il piano regolatore generale Gangemi, altrimenti sarà un commissario ad acta a farlo. In seguito ad un vertice di maggioranza tenutosi ieri a Palazzo di Città, l´Amministrazione di Ispica, dopo aver preso atto della nota dell´Assessorato Territorio ed Ambiente, ha deciso di proseguire, senza esitazione alcuna, sul percorso già tracciato. «La maggioranza Muraglie – si legge nella nota diffusa dall’amministrazione - procederà ad aggiornare, nella prossima seduta consiliare, gli elaborati tecnici quale atto propedeutico e fondamentale per giungere rapidamente all´adozione definitiva della Rielaborazione Parziale della Revisione del Piano Regolatore Generale».

Nei giorni scorsi il movimento di opposizione Area Popolare, aveva aspramente criticato la giunta Muraglie, chiedendosi con molta preoccupazione, infine, cosa potrebbe succedere nell’immediato futuro a seguito del ripristino del «Gangemi», dal momento che nel frattempo sono intervenute, delle lottizzazioni private, votate ed approvate dalla maggioranza in Consiglio comunale. Da Area Popolare avevano infine chiesto le dimissioni in blocco della giunta, che invece sembra non voler mollare la presa sul progetto del Prg, continuando per la sua strada.

Ha collaborato Chiara Carbone