Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 815
ISPICA - 26/06/2016
Politica - Per venire incontro alle esigenze del cittadino

Via libera alla rateizzazione di tasse e tributi

Le richieste potranno essere presentate dai prossimi giorni Foto Corrierediragusa.it

Via libera a rateizzazione e a compensazione di tasse e di tributi. Il Consiglio comunale ha approvato il Regolamento che sarà utile al recupero dell’evasione fiscale. "L’approvazione del Regolamento - dice il capogruppo consiliare del Pd, Gianni Stornello (foto) - rappresenta un risultato significativo per il recupero dell’evasione, un aiuto concreto a chi è in difficoltà e la sottrazione della decisione sulla rateizzazione al potere discrezionale dei sindaci. È inoltre in linea con le prescrizioni ministeriali, a seguito del dissesto, che chiedono al Comune un miglioramento sulla riscossione delle entrate. Il Regolamento consentirà al Comune di beneficiare di flussi di cassa in entrata costanti. Sono interessati gli anni 2013, 2014 e 2015 per i quali, in base alle informazioni in nostro possesso, ci sono 4 milioni 500 mila euro di residui attivi: tutte tasse accertate ma non riscosse, cioè non pagate dai contribuenti. Nella maggior parte dei casi - conclude Stornello - non sono pagate perché tante famiglie non sono nella possibilità di versarle".

La rateizzazione è quindi uno strumento che evita di trasformare il contribuente che non può pagare la tasse in un evasore. Le richieste per la rateizzazione potranno essere presentate dai prossimi giorni, dopo la pubblicazione del Regolamento, entro il 30 novembre 2016. La compensazione si potrà invece richiedere senza scadenza. La compensazione è tale, quando un cittadino che avanza denari dal Comune, li può detrarre dalle tasse che deve all’ente. La compensazione e la rateizzazione non riguarderanno tasse e crediti risalenti a prima del 31 dicembre ‘12, che rientrano nella massa passiva gestita dal collegio nominato a seguito del dissesto finanziario.