Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1319
ISPICA - 06/04/2016
Politica - L’opposizione all’attacco della giunta

Ispica perde treno per il centro storico: opposizione attacca

Il consigliere di Giuseppe Quarrella aveva presentato una mozione d’indirizzo Foto Corrierediragusa.it

«Ormai è tardi, passa il tempo» cantava Vasco Rossi. Parole che ben rendono l’idea in riferimento alla "Occasione che è andata perduta per il recupero edilizio del centro storico", come sostenuto da Area Popolare, che avrebbe fornito una boccata d’ossigeno al comparto edilizio. L´opposizione punta il dito contro l’amministrazione comunale, sostenendo che «Non ha approfittato delle misure previste dalla legge riguardante il recupero edilizio degli immobili dei centri storici», in merito alla quale il consigliere di Giuseppe Quarrella aveva presentato una mozione d’indirizzo durante l’assemblea cittadina riunitasi nell’agosto dello scorso anno. La mozione sollecitava ad attuare tutti gli adempimenti necessari «per rendere concreta e celere l’applicazione della legge regionale n. 13 del 10 luglio 2015 (riguardante norme per favorire il recupero edilizio degli immobili dei centri storici) nel Comune, utile a fornire un nuovo impulso al comparto edilizio, piegato dalla crisi. Ma anche all’indotto turistico, che avrebbe dato nuovo lustro ai quartieri storici, favorendone il ripopolamento e la riqualificazione urbanistica e sociale».

La mozione fu respinta. «Il sindaco Pierenzo Muraglie – riferisce in una nota Area Popolare – spiegò che, pur condividendone le finalità, si vedeva costretto a respingere la mozione per il semplice motivo che si era già preoccupato di mettere in atto quanto serviva per approfittare della vantaggiosa norma. Stava quindi «già facendo»». «Dopo aver appreso che– spiega il consigliere Quarrella– l’amministrazione modicana è riuscita ad approvare in tempo utile lo studio di riqualificazione del centro storico, non posso che sentirmi deluso da questa amministrazione che tralascia d’impegnarsi nelle cose importanti per la città. L’intervento sul centro storico avrebbe apportato straordinari benefici per le imprese edilizie e per i proprietari di immobili, che avrebbero potuto attingere ai fondi messi a disposizione dalla normativa regionale».

Si tratta di «una grande occasione persa – conclude il coordinamento di Area popolare – mortificando così, non solo gli artigiani ispicesi, ma anche le varie iniziative di ospitalità diffusa cittadine, che vedranno frustrati dalla mancanza di fondi i loro progetti di recupero del centro storico e la possibilità di offrire ai turisti una forma nuova di accoglienza ed un’esperienza di soggiorno radicata nella quotidianità del centro urbano».