Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 737
ISPICA - 13/06/2015
Politica - Si ritorna alle urne per la sfida decisiva

Domenica e lunedì ballottaggi in 13 comuni siciliani per eleggere i sindaci

Numerose le incognite e cresce l’attesa Foto Corrierediragusa.it

La Sicilia va al voto per il turno di ballottaggio. Seggi aperti domenica, dalle 8 alle 22, e lunedì dalle 7 alle 15. Tredici le sfide nei vari comuni con attenzione puntata su Gela dove si annuncia un testa a testa tra il candidato grillino e l´uscente sindaco. Nell´unico capoluogo in lizza, Enna, Maurizio Dipietro, ex Ds, sostenuto da liste autonomiste e da Forza Italia, proverà a fermare ancora Mirello Crisafulli. Il dato definitivo ha consegnato al ras dei consensi in provincia, segretario del Pd locale ma in corsa senza il simbolo di partito, il 40,95%: 5.986 voti che lo hanno costretto al secondo turno, ma con tutto il peso delle sue liste che valgono oltre il 50%. Dipietro e´ al 24,36%, con 3.561 consensi. A Marsala il candidato del centrosinistra Alberto Di Girolamo che , dopo avere sfiorato l´elezione al primo turno, con il 49,67% e 17.369 preferenze, dovrà affrontare Massimo Grillo piazzatosi al 35%. Quella di Gela è la sfida forse più attesa almeno dal punto di vista politico: nella città del governatore Rosario Crocetta, il candidato del Movimento 5 Stelle Domenico Messinese ha superato al primo turno il sindaco uscente Angelo Fasulo, ricandidato dal Pd, e si va al ballottaggio.

Messinese, che ha incassato il 24,2% delle preferenze contro il 23,7% di Fasulo, ha ottenuto in questi giorni, provocando l´ira di Pd e Crocetta, il sostegno di Ncd e di esponenti di Forza Italia, e punta al colpaccio. Si vota anche a Barcellona Pozzo di Gotto, Milazzo nel messinese, S. Giovanni La Punta e Tremestieri nel catanese. Si vota anche a Licata e Ribera nell´agrigentino.

Anche Ispica sceglierà il suo sindaco. La partita è aperta tra Pierenzo Muraglie, 34 anni supportato da Pd e le civiche Libertà e buongoverno e Ispica punto e a capo che ha ottenuto il 30%. Contro di lui Paolo Monaca, 33 anni, al 20% con il supporto di 5 liste, tutte civiche. I due sfidanti hanno deciso di non apparentarsi e di chiedere il consenso agli elettori al di là di ogni schieramento precostituito. I due candidati hanno svolto una campagna elettorale rispettosa dello schieramento avversario, senza polemiche e improntata al fair play facendo dimenticare i veleni di campagne elettorali passate.