Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1363
ISPICA - 13/03/2015
Politica - Saranno sostenuti da ben 19 liste

Corsa a 6 per la poltrona di sindaco a Ispica

Gianluca Genovese è il candidato più giovane Foto Corrierediragusa.it

È Gianluca Genovese il candidato sindaco del Movimento cinque stelle per le amministrative di maggio. È stato scelto dagli attivisti, fra tutti i candidati consiglieri comunali, nell’assemblea che si è svolta mercoledì scorso nella sede di via Principessa Elena. 32 anni, consulente informatico, collaboratore parlamentare, ambientalista e appassionato di storia e cultura siciliana, attivo nel campo del volontariato. In caso di elezione, il candidato sindaco devolverà il 30% del suo stipendio di amministratore a un fondo destinato ai servizi comunali per le fasce sociali in difficoltà. Così come gli eventuali assessori. Gli eventuali consiglieri comunali del M5S rinunceranno al gettone di presenza. Così prevede il programma elettorale, un documento di circa 100 punti riguardanti la legalità, la riduzione del debito, la trasparenza, l’ambiente e i servizi.

Genovese è il più giovane dei sei candidati a sindaco, seguito in ordine cronologico dal 33enne Paolo Monaca e dal 34enne Pierenzo Muraglie, distanziati dai più maturi Maurizio Franzò, Vincenzo Cannizzaro e Giuseppe Di Giorgio, nella consapevolezza che sia la gioventù e sia la maturità non siano valori aggiunti, ma sarà la qualità delle persone a fare la differenza.

I candidati sindaco salgono quindi a 6 con Genovese, sostenuti da 19 liste. Fra gli altri candidati ci riprova Giuseppe Di Giorgio, lanciando l´ironico slogan «Seppellitemi di voti». Ironizza su se stesso, facendo riferimento all’impresa d’onoranze funebri del quale è titolare. È sostenuto da tre liste civiche. Anche il dirigente scolastico Maurizio Franzò scende in campo, a capo dell’omonima lista civica. Nel proporsi come primo cittadino, specifica: «Vivo del mio lavoro e quindi destinerò l’indennità della carica di sindaco ai servizi per i cittadini, che, nell’immediato, se dovessi essere eletto, garantirà la gratuità dello scuolabus agli studenti che vivono nelle contrade». Franzò cercherà inoltre di «far emergere le tante intelligenze cittadine, aldilà degli impegni avuti in precedenti amministrazioni, purché condividano il progetto di orientare l’amministrazione al servizio della gente».

Paolo Monaca, primo fra tutti a presentare la candidatura a sindaco, è sostenuto da ben otto liste civiche. Correranno per conquistare l’ambita fascia tricolore anche Vicenzo Cannizzaro e Pierenzo Muraglie. Il candidato Cannizzaro è un self made man sostenuto da tre liste civiche. Altre tre liste sosterranno infine il candidato Pierenzo Muraglie, forte dei quasi 2 mila voti conquistati alle primarie del Partito democratico. Nel suo slogan elettorale Muraglie assicura che sarà «Tutta un’altra storia».

Nella foto in senso orario Muraglie, Genovese, Di Giorgio, Franzò, Monaca e Cannizzaro