Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 1037
ISPICA - 29/05/2008
Politica - Ispica - Su provvedimento del sindaco Piero Rustico

Assegnate le deleghe al neo
assessore Paolo Mozzicato

Fondi strutturali, Fascia costiera, Sport, "E Governament"
ed Impiantistica sportiva
Foto Corrierediragusa.it

Al neo assessore Paolo Mozzicato sono state attribuite le deleghe ai Fondi strutturali, Fascia costiera, Sport, "E Governament" ed Impiantistica sportiva. Lo ha stabilito ieri con un provvedimento sindacale il primo cittadino Piero Rustico, che ha trattenuto le deleghe al Bilancio ed ai Tributi, prima conferite all’assessore dimissionario Michele Strano, ora sostituito da Mozzicato.

Strano deteneva inoltre la deleghe allo Spettacolo e agli Eventi, ora, attribuite dal provvedimento sindacale a Luigi Ruffino, assessore ai Lavori pubblici, Urbanistica, Piano regolatore generale, Manutenzione, Cimitero e Servizi cimiteriali. Per gli altri componenti della giunta gli assessorati rimangono invariati.

Si ritiene «soddisfatto» l’assessore Mozzicato del provvedimento disposto dal sindaco Rustico. Trova giusto che «il primo cittadino abbia trattenuto le deleghe al Bilancio e ai Tributi per le quali non avrebbe potuto garantire quella competenza richiesta da due ambiti così particolari, delicati e importanti per la cittadinanza». In fondo, «nella qualità di geologo può offrire esperienza e professionalità per settori ben più specifici».

L’umiltà mostrata in tal senso da Mozzicato ha stupito e, in certo senso, disarmato. Ha inoltre tenuto a sottolineare che «rimangono buoni i rapporti con l’ex assessore Strano» e che «non si può consentire alla politica di inficiare i percorsi personali con il prossimo».

Naturalmente, non è stato trascurato di domandare a Mozzicato se la sua entrata in giunta sia il primo passo verso la risoluzione della crisi politico ? amministrativa che attanaglia il centrodestra. L’assessore ha risposto, asserendo che «nessun problema affligge la maggioranza» e che «un momento d’«impasse» politico non possa essere considerato «crisi» e chiunque lo abbia fatto è di certo stato in malafede poiché ha strumentalizzato un momento di chiarimento e di riflessione partitico. Lo dimostra il fatto che tutti i consiglieri del Pdl ? Fi, dimostrandomi affetto e lealtà, mi hanno voluto e designato nella qualità di nuovo assessore».

Le affermazioni di Mozzicato contrastano però con quanto dichiara Strano. Quest’ultimo sostiene infatti che «condivide l’insoddisfazione dei consiglieri di Fi e di tutta la maggioranza, dovuta alla loro quasi totale esclusione dalle scelte amministrative. Mi auguro che ? conclude ? le mie dimissioni servano all’amministrazione per comprendere gli errori commessi. Nella speranza che il confronto dialettico e la diversità di vedute siano ancora espressione di democrazia».

Insomma, risulta ancora non chiaro quel che ruota attorno alle dimissioni di Strano. Quel che filtra, nonostante le parti in causa minimizzino, induce a pensare che buona parte della maggioranza sia in contrasto con il primo cittadino e che il sindaco Rustico lavori in sordina per costituire una maggioranza alternativa. Non è infatti stata casuale la scelta di Mozzicato nella qualità di nuovo assessore: il deputato Innocenzo Leontini ha piazzato il suo miglior luogotenente in giunta per monitorare coloro che reputa responsabili mancati mille voti ad Ispica, città dove il sindaco espressione dei suo partito avrebbe dovuto essere il suo migliore rappresentante.

(Nella foto in alto palazzo Bruno, sede del comune)