Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 664
ISPICA - 11/03/2013
Politica - Caos politico dopo la decisione del presidente del consiglio comunale di lasciare

Oddo dimissionario sostituito da Santoro o Lauretta?

Il consigliere comunale Muraglie si dice critico

«Dimissioni prive di vere motivazioni politiche e che mirano a creare confusione»: si esprime in questi termini il consigliere comunale Pierenzo Muraglie (Pd) sulle dimissioni del presidente del Consiglio comunale, Carmelo Oddo, che potrebbe essere sostituito dai consiglieri Mario Santoro o Giovanni Lauretta, rappresentanti delle opposizioni consiliari, numericamente più forti della maggioranza, contando sul supporto di dodici consiglieri su venti. Anche se non è scontato che tutti e dodici partecipino al voto, esprimendo una preferenza.

Muraglie riserva parole dure all’ex presidente. «Pensare di essere terzo – scrive in una nota il consigliere – rispetto a chi sta dalla parte del sindaco e di chi chiede che Rustico se ne vada è ipocritamente velleitario. Il gesto di Oddo si giustifica solo con la rinuncia alle pesanti responsabilità, ora che l’amministrazione ha iniziato a scaricare sul Consiglio questioni spinosissime come i piani di lottizzazione e le determinazioni d’assumere sull’abusivismo edilizio. Se l’ex presidente – sottolinea – continua a non dare motivazioni politicamente fondate alle sue dimissioni la sua sarà stata solo una fuga, dopo che i suoi stessi alleati lo hanno lasciato solo nell’ultima seduta consiliare, nella quale la coalizione che sostiene il sindaco non si è presentata. Oddo deve sapere che non possono esserci posizioni di mezzo: o sta col sindaco, o presenta la sua mozione di sfiducia. Il giochino di stare a guardare e salire sul carro in corsa – conclude – non è tollerabile e crea confusione».

Non convincono le motivazioni addotte da Oddo alle sue dimissioni neanche i consiglieri Biagio Solarino e Salvuccio Rustico (Leb). A loro avviso «rappresentano ancora una volta la dimostrazione del il fallimento politico-amministrativo del sindaco Rustico. Quando un sindaco si rende conto che – spiegano Solarino e Rustico – la sua presenza è di ostacolo al bene della città, non può che tirarne le conclusioni, andandosene Ci auguriamo le dimissioni del sindaco al più presto. Bisogna – concludono – ridare in mano ai cittadini il diritto di eleggersi un altro governo».