Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 896
ISPICA - 02/10/2012
Politica - Sostituiscono i dimissionari Tiziana Moncada e Massimo Dibenedetto

Ad Ispica Mary Ignaccolo e Paolo Mozzicato assessori

I nuovi amministratori hanno giurato, ricevendo, l’una, le deleghe a Politiche sociali, Educazione e Scuola, l’altro, Protezione civile, Sport, Spettacoli e Politiche giovanili
Foto CorrierediRagusa.it

Mary Ignaccolo e Paolo Mozzicato (nella foto con il sindaco Rustico al centro) completano la Giunta municipale. I nuovi assessori hanno giurato, ricevendo, l’una, le deleghe a Politiche sociali, Educazione e Scuola, l’altro, Protezione civile, Sport, Spettacoli e Politiche giovanili. Sostituiscono i dimissionari Tiziana Moncada e Massimo Dibenedetto.

Ignaccolo è sposata ed è madre di due figlie. È impegnata nel sociale e nella carriera artistica, che ha intrapreso quattro anni fa nell’Associazione italiana progettisti d’interni (Aipi). Ha conseguito la laurea in Pittura all’Accademia delle belle arti di Noto, esponendo i suoi dipinti in numerose collettive e personali. Quella di assessore, è la prima esperienza amministrativa, ma, anche se indirettamente, non è nuova alla politica. Il marito, Carmelo Canto, è stato diverse volte candidato a competere per l’elezione a consigliere comunale nelle lista di Forza Italia, prima, e nel Popolo delle Libertà, successivamente. È stato un seguace di Innocenzo Leontini. Non l’ha seguito in Cantiere popolare, preferendo la coerenza partitica, rimanendo nel Pdl, oggi, «feudo ispicese» del sindaco Piero Rustico. E la sua fedeltà è stata ricompensata con l’incarico che, da ieri, ricopre la moglie.

Ignaccolo «non nutriva particolari ambizioni politiche». Le hanno «offerto l’assessorato e non subito ha accettato». «In questo momento così delicato e difficile – dice la neo assessore – accolgo con spirito di devozione e di umiltà la carica che sono chiamata a svolgere, nel rispetto che devo a chi ha voluto credere ed investire nella mia persona. L’ambizione politica non mi appartiene, ma auspico di esperire nel migliore dei modi il ruolo di assessore e di farlo in un clima di serenità, di rispetto e di collaborazione».

Mozzicato è anch’egli sposato ed è padre di due figli maschi. La moglie è professoressa e vicepreside in un istituto scolastico di Scicli. È un uno stimato professionista geologo e ricopre il suo secondo incarico da assessore. Quattro anni fa, lasciò la guida della segreteria politica di Forza Italia ed entrò a far parte della Giunta, prima con le deleghe al Bilancio e Tributi, poi, con quelle all’Urbanistica, al Piano regolatore generale ed alla Fascia costiera.

Mozzicato ha le idee chiare. «È necessario – spiega risoluto – riaffermare con forza la centralità dell’azione amministrativa, che necessita, soprattutto in questo difficile contesto, maggiore efficacia e ritrovato vigore. Serietà, impegno e concretezza – assicura – sono le parole d’ordine che contraddistinguono la mia carriera sia professionale, che politica. Mi impegnerò, infatti, a rilanciare il percorso di crescita della città. Assumo con entusiasmo – conclude – questo nuovo ed importante incarico in seno alla Giunta municipale».

«La stima e l’amicizia che mi legano a Ignaccolo e Mozzicato – dice infine il sindaco – mi rendono certo della caparbietà e della competenza con cui sapranno affrontare questa nuova avventura».