Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 437
ISPICA - 21/09/2012
Politica - E’ quanto dichiara Saverio Romano, coordinatore nazionale del Pid

Il Pid riunito nel Cantiere popolare sostiene Leontini

Il segretario Carmelo Pisana e il consigliere comunale Paolo Monaca ribadiscono l’opposizione all’amministrazione comunale del sindaco Piero Rustico

«Sostegno agli esponenti di Cantiere popolare di Ispica. Il partito ribadisce sintonia con la linea politica espressa da Innocenzo Leontini che, in una fase politica di sforzo e impegno delle elezioni regionali, non può che essere motivo di sintesi e valorizzazione della comune visione politico – amministrativa»: è quanto dichiara Saverio Romano, coordinatore nazionale del Pid, dando manforte alla segreteria ispicese del Pid – Cantiere popolare. Quest’ultima si riconosce nella linea politica espressa a livello regionale da Romano e da tutta la deputazione siciliana, che, in questi anni, è stata strenua oppositrice al governo di Raffaele Lombardo insieme con il Pdl.

Le forze politiche che fanno riferimento all’area moderata, d’ispirazione cristiana e popolare si presenteranno riunite sotto il simbolo di Cantiere popolare. «Tuttavia – precisano i rappresentanti del Pid – Cantiere popolare – anche se il Pdl sostiene il nostro stesso candidato alla presidenza della Regione, ciò non comporta la modifica della posizione politica ispicese. Il segretario Carmelo Pisana e il consigliere comunale Paolo Monaca ribadiscono infatti l’opposizione all’amministrazione comunale del sindaco Piero Rustico. Cantiere popolare – aggiungono –prende positivamente atto dell’adesione dei consiglieri Carmelo Padova, Meluccio Fidelio e dell’assessore Massimo Dibenedetto, senza pretendere un’abiura delle loro posizioni amministrative, cosi come altre modifiche del quadro regionale non determinano conseguenze sull’assetto dell’amministrazione locale.

Il riferimento è d’obbligo – precisano – all’alleanza tra Udc e Pd, che pur esistendo a livello regionale, non comporta uniformità in sede locale. D’altro canto – concludono – la politica sta alla base di ogni scelta amministrativa. E non è un mistero che le recenti posizioni del deputato Leontini, sconfessate a mezzo stampa dal sindaco Rustico – rimasto a sorpresa custode della coerenza nel Pdl, spesso da lui biasimato – possano ripercuotersi sul prosieguo della situazione amministrativa».