Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 739
ISPICA - 23/03/2012
Politica - Il sindaco ha revocato la nomina dell’assessore allo Sport

Serafino Arena ufficialmente fuori dalla giunta Rustico

E’ stato firmato il provvedimento

Serafino Arena è ufficialmente fuori dalla Giunta municipale. Il sindaco Piero Rustico ha revocato la nomina dell’assessore allo Sport, firmando il provvedimento due giorni fa.

Arena, amareggiato, rende nota la motivazione addotta dal primo cittadino. «Dopo quasi due anni svolti nella qualità di assessore – scrive in una nota – finisce l’esperienza all’interno della Giunta. La motivazione mi è stata notificata lo scorso 20 marzo: «L’assessore ha disatteso gli impegni connessi al ruolo ricoperto e alle deleghe attribuitegli, con grave nocumento per il buon andamento dell’azione amministrativa nel settore di competenza […]. Ha violato, da circa 40 giorni, i più elementari precetti di carattere etico e politico, vista la sua autosospensione fatta goffamente, trasferendo il linguaggio della politica nella ben diversa sfera istituzionale […]». Ne prendo atto – spiega Arena – con rispetto per la funzione pubblica di chi firma, ma non posso nascondere l’amarezza e la delusione per il modo in cui la questione è stata affrontata da chi di dovere. Ho trascorso questi due anni – aggiunge – a lavorare con impegno, sempre attento ai bisogni dei concittadini. E, infatti, a loro lascio il giudizio sul mio operato: un giudizio serio e non teatrale come è stato fatto in una conferenza stampa preparata ad hoc.

L’assenza alle giunte svoltesi il 17 e il 28 febbraio e il 14 marzo scorsi – continua – si è resa necessaria, vista la chiusura del sindaco e di alcuni componenti del Pdl ad un democratico e lecito confronto sui problemi che avevo sollevato, coerentemente col mio ruolo. Ringrazio – conclude Arena – tutti coloro che hanno collaborato con me. In particolare l’Ufficio sport e spettacolo, oltre naturalmente i 500 elettori che, con il loro consenso, mi avevano affidato fiducia. Una fiducia che non ho mai tradito, rispettandola fino alla fine, lasciando una poltrona ambita perché mi è stato impedito di fare ciò che il mio ruolo richiede».

Un fatto grave che Arena denunciò, mandando su tutte le furie Rustico, riguardava «la richiesta di 15 mila euro per rendere agibile lo stadio Moltisanti. Il sindaco rispose all’ex assessore un secco no, motivandolo con la mancanza di fondi comunali, smentendosi subito dopo, in quanto, contemporaneamente, preparava una delibera di giunta utile a finanziare la settima edizione della Rassegna bandistica, stanziando circa 10 mila euro».

Barone accusa la maggioranza di incapacità politica
La querelle sull’ex assessore Serafino Arena è stata utile «a riflettere in quale misura la crisi che vivono gli ispicesi sia legata all’incapacità dell’amministrazione comunale nell’affrontare i problemi dei cittadini: la maggioranza litiga e non ha il tempo di concentrarsi sul disagio che attanaglia la collettività»: è quel che pensa Pippo Barone, leader del movimento Libertà e Buon governo, evidenziando, in un documento, l’ampio spazio dato a episodi politici di bassa lega, che sarebbe meglio dimenticare, piuttosto che alla crisi economica che opprime gli ispicesi.

Il caso Arena, aggiunge Barone, «non è servito a dare all’opposizione il pretesto per attaccare la maggioranza, ma è stato il modo per distogliersi dai reali problemi della città e per dare spazio alle più o meno legittime aspirazioni dei pretendenti di turno ad assumere le cariche vacanti. E poi, che fine ha fatto il principio della rappresentatività che sta alla base di ogni democrazia? Come si fa a liquidare dall’amministrazione e, peggio ancora da un partito un personaggio come Arena, che, da solo, rappresenta più del 5% dell´elettorato ispicese?»

Barone pensa che Arena sia stato scomodo all’interno dell’amministrazione. «L’ex assessore allo sport – spiega infatti – ha colto la sostanza del problema: per vincere le difficili sfide che si presentano è indispensabile un affiatato gioco di squadra, piuttosto che isolate iniziative. Quello a cui assistiamo – rincara la dose – è solo la punta dell’iceberg: il malessere che stanno attraversando consiglieri ed assessori della maggioranza, già, dal giorno dopo del loro insediamento, è un disagio che, purtroppo, sta paralizzando l’intera città. Quest’ultima meriterebbe, invece, la giusta attenzione per far fronte alla grave crisi economica a cui l’amministrazione non riesce a dare soluzioni concrete».


Solidarietà a Serafino Arena
24/03/2012 | 17.21.08
Paolo

Solidarietà all´ex assessore Arena, anche perchè conoscendo i retroscena dell´affidamento del brancati, nn hai accettato i balletti e ile affiliazioni di clan amici e parenti.


Ma cosa dite mai?
21/03/2012 | 11.03.09
Zorro

Ma cosa dite mai?
Ispica è un fiore all´occhiello della Provincia Iblea.
Ad Ispica non ci sta crisi economica, anzi l´occupazione va a gonfie vele. I ristoranti e le pizzerie sono pieni. La gente è contenta dei debiti in bilancio ed extra bilancio de l Comune. La gente è contenta anche di fare la raccolta differenziata, pagando più tasse e non ricevendo nè sconti e manco un grazie. Ad Ispica, tutto funziona bene. I commercianti espongono i prezzi in vetrina; non è prevista nessuna bolla edilizia. Al posto dell´ex assessore Arena, sarà nominato un assessore tecnico, capace di stare al proprio posto, in silentium silenti.
Z


21/03/2012 | 8.43.25
margherita

Invece di litigare e pretendere la poltrona migliore perchè non pensano a come liquidare le fatture dei fornitori e i servizi già fatti.
grazie al nostro caro Sindaco molte ditte che lavorano per conto del comune stanno chiudendo o sono in procinto di fallire
auguri di una buona Pasqua al
nostro amato Sindaco