Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 28
ISPICA - 14/02/2008
Politica - Ispica - Colpo di scena nell’ultima seduta del consiglio comunale

Si è dichiarato indipendente
il consigliere Rustico, ex Pd

Insieme al suo gruppo fonderà un nuovo soggetto politico Foto Corrierediragusa.it

Sono stati approvati dal consiglio comunale tutti i punti inseriti all’ordine del giorno dell´ultima seduta. In primis, è stata costituita una delegazione consiliare che parteciperà agli incontri che riguarderanno il futuro dell’autostrada.

Il punto era stato proposto dalla consigliere Anna Maria Gregni. La delegazione, oltre Gregni, sarà rappresentata dai consiglieri Amleto Condorelli, Salvuccio Rustico e Tony Cuscusa. ? stato approvato l’ordine del giorno contro la soppressione del Tribunale di Modica ed è stato varato il regolamento edilizio che attiene alla composizione ed al funzionamento dell’apposita commissione comunale.

Infine, è stato positivo il parere sul programma triennale delle opere pubbliche del consorzio di bonifica ed è stata ritenuta valida la proposta da inoltrare alla Regione finalizzata all’emanazione del decreto che comprenderà Ispica tra i Comuni vocati all’economia turistica e nella qualità di città d’arte.

Sul piano politico, invece, non sono mancati i colpi di scena. Il consigliere Rustico si è dichiarato indipendente. Il Partito democratico rimane quindi rappresentato solo da Giuseppe Roccuzzo (ex Ds), perdendo il suo secondo consigliere, dopo la defezione di Gregni a settembre. Anche Rustico, come Gregni, proveniva dalla Margherita. La dichiarazione di Rustico ha peraltro spiazzato Roccuzzo che pare non fosse conoscenza della drastica decisione presa dall’ormai ex collega di partito.

Rustico, raggiunto telefonicamente, appare cauto nelle esternazioni. Motiva la sua decisone, affermando solo di «non voler aderire al Pd» e, anticipando che «insieme con il suo gruppo fonderà un nuovo soggetto politico».

Insomma, il Pd perde il secondo pezzo proprio nel momento in cui si costituiva il gruppo consiliare. Anche se il neo segretario Pierenzo Muraglie (ex Ds) non sembra affatto turbato da tale situazione. In modo probabile, tale atteggiamento e da addurre al fatto che, in questo modo, si consolida la frangia degli ex Ds all’interno del Pd ispicese.

(Nella foto in alto Palazzo Bruno, sede del comune)