Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 881
ISPICA - 15/01/2012
Politica - La decisione della vicepresidente del Consiglio comunale

Patrizia Lorefice va al Grande Sud e pensa da assessore

Lorefice mira ad essere nominata assessore dal sindaco Piero Rustico
Foto CorrierediRagusa.it

Patrizia Lorefice (foto) migra nel «GrandeSud». La vicepresidente del Consiglio comunale, ieri, ha ufficializzato l’adesione al movimento nazionale che fa capo a Gianfranco Micciché ed Adriana Poli Bortone. «Il passaggio a «GrandeSud» – spiega Lorefice, eletta nella lista civica Alleanza azzurra per Ispica – consentirà di guardare oltre l’ambito locale. Il sostegno alla maggioranza amministrativa è confermato».

Lorefice, in realtà, mira ad essere nominata assessore dal sindaco Piero Rustico. Lei stessa ha rivelato che le è stato promesso un posto in giunta fra un anno. Naturalmente, i colleghi della coalizione di maggioranza non glielo permetteranno mai, in quanto la geografia politica attualmente delineata non lo consente. La vicepresidente dell’assise, però, potrebbe essere la prima pedina mossa nello scacchiere politico del sindaco Rustico.

Il primo cittadino, secondo indiscrezioni, ambisce ad una carriera da deputato regionale. Desidererebbe quindi candidarsi alla prossima competizione elettorale. Ma tale ambizione cozzerebbe con le velleità politiche del suo stesso capo, Innocenzo Leontini, leader ispicese del Popolo delle libertà. Colui, insomma, che gli ha permesso di diventare sindaco. Fatto dimostrato, nelle passate amministrative, dai voti di lista che superavano di gran lunga le preferenze personali attribuite al, poi, eletto sindaco Rustico.

Leontini e Rustico aspirerebbero quindi ad esser eletti deputati nell’Assemblea regionale siciliana (Ars). Nei fatti, non c’è posto per tutti e due. E Leontini, questo è certo, non cederà mai il posto a colui che ha politicamente creato. Dall’altro lato, sembra che Rustico non ci pensi proprio a rinunziare ad un’ascesa politica, ma è chiaro che nel Pdl non c’è posto. Quindi, si affaccerebbe verso altri lidi e, scrutando l’orizzonte, pare si sia accorto che, nel Mpa, c’è troppa concorrenza, ma nel GrandeSud potrebbe esserci spazio, visto che il deputato Carmelo Incardona aspira a diventare deputato della Camera. E, così, Rustico manda in avanscoperta uno dei suoi luogotenenti, Lorefice, che aderisce al movimento di Incardona. Ecco giustificata la possibilità di offrirle un posto in giunta: la migrazione del sindaco Rustico nel GrandSud.


Che pena
16/01/2012 | 16.04.39
camelot

TUTTO QUESTO E´ PENOSO !!!

E pensare che ancora c´è tanta gente (PECORONI) che corre loro dietro e li magnifica.