Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 386
ISPICA - 08/01/2012
Politica - Maria Luigia Amendolagine probabile nuovo assessore ai Servizi sociali

Una donna in giunta ad Ispica al posto di Genovese?

Le volontà dettate dal primo cittadino includono il fatto che il nuovo assessore debba essere espressione della lista Rustico sindaco

Una donna potrebbe subentrare in giunta. Non è escluso che Maria Luigia Amendolagine possa essere il nuovo assessore ai Servizi sociali, prendendo il posto del dottor Marco Genovese, costretto a dimettersi in ottemperanza alla legge elettorale secondo la quale non ci possono essere legami di parentela fra consiglieri e assessori. E il fratello dell’ex assessore, Titta Genovese, ricopre la carica di consigliere comunale.

Il sindaco Piero Rustico, a quanto pare, desidera che sia una donna il quarto componente della giunta. La volontà del primo cittadino coincide con i dettami della Legge regionale n. 6, 5 aprile 2011, che obbliga alla presenza di entrambi i generi nelle giunte municipali e regionali. Sino allo scorso primo gennaio, la giunta Rustico era in mano agli uomini: Serafino Arena, Donato Bruno, Gianni Tringali e l’ex Genovese.

Le volontà dettate inoltre dal primo cittadino includono il fatto che il nuovo assessore debba essere espressione della lista Rustico sindaco. E Amendolagine esprime tutte le volontà del sindaco: è una donna e nell’ultima competizione elettorale era in lizza proprio nella lista Rustico sindaco, ottenendo 44 voti, che sembrano decisamente pochi per diventare assessore.

Le qualità di questa ambiziosa maestra delle elementari, però, è chiaro non possano essere solo misurate in termini di voti. Magari potrebbe insegnare l’alfabeto e impartire lezioni di grammatica agli eventuali colleghi che ne avessero bisogno.

Amendolagine potrebbe essere quindi lo scoglio contro cui sono destinate ad infrangersi le ambizioni coltivate da Patrizia Lorefice, vicepresidente del Consiglio comunale, e dai rappresentanti del Popolo delle libertà. Il partito del deputato Innocenzo Leontini dalla dichiarazione d’indipendenza del consigliere Anna Infanti (stimato medico e donna impegnata nel sociale) non rappresenta più il partito di maggioranza relativa all’interno del Consiglio comunale.

La maggioranza relativa è invece detenuta dalla lista Rustico sindaco. Di quest’ultima, sono stati cinque i consiglieri eletti: Meluccio Fidelio (205 voti), Titta Genovese (353 voti), Giovanni Lauretta (311 voti), Giuseppe Quarrella (190 voti), Salvatore Spatola (125 voti). Quanto meno toccherebbe a loro proporre al sindaco una personalità femminile. E secondo indiscrezioni, quattro di loro su cinque, non sceglierebbero Amendolagine per la successione di Genovese.