Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 625
ISPICA - 03/09/2011
Politica - Solo i consiglieri del Pdl hanno votato lo strumento economico

Approvato bilancio previsione dal consiglio, azzerati capitoli

Sono quelli inerenti allo sviluppo economico ed alle scuole

Il Consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione, azzerando i capitoli inerenti allo sviluppo economico ed alle scuole, riducendo di 600 mila euro i fondi da destinare ai servizi sociali e di 325 mila euro quelli per la viabilità.

Solo i consiglieri del Pdl hanno votato lo strumento economico. È mancato l’assenso del Pid, che ha preferito astenersi, e il voto del consigliere Anna Infanti, resasi nel frattempo indipendente dal Pdl prima di abbandonare l’aula consiliare. Il bilancio di previsione è stato invece definito «politicamente dannoso» dai consiglieri del Partito democratico.

Diversamente, il coordinatore cittadino del Pdl, Paolo Ferlisi, plaude la maggioranza consiliare per l’approvazione dello strumento finanziario. «Ancora una volta il Pdl – scrive Ferlisi in una nota – ha mostrato compattezza nell’approvare un bilancio di rigore, necessario a fronteggiare i tagli agli Enti locali. Chi ha parlato – aggiunge – di un bilancio «politicamente dannoso per la città» ha in realtà perso un’occasione per invertire la tendenza all’esercizio di un’opposizione vuota e per nulla fattiva: il Pd si è limitato alla critica sterile e ha preferito non presentare alcun emendamento, rinunciando ad utilizzare l’unico strumento atto ad imprimere concretezza alla sua azione politica e mancando clamorosamente alla prova dei fatti».

«Era impossibile per noi proporre emendamenti – risponde invece il consigliere del Pd Pierenzo Muraglie – visto che siamo stati chiamati ad approvare il bilancio ad esercizio praticamente chiuso, con tutte le somme già spese. Non potevamo però ignorare e non denunciare i tagli e l’aumento delle tasse».

Ferlisi si rivela però un fiume in piena e attacca pure il consigliere del Pid, Paolo Monaca, che si è astenuto dal votare il bilancio. «Il consigliere del Pid, fuoriuscito dall’Udc – riferisce Ferlisi – distinguendosi per essersi fatto interprete di una pungente critica nei confronti dell’amministrazione comunale, ha scelto di astenersi dalla votazione. Sembra evidente il crescente divario tra chi onora il mandato degli elettori e chi invece preferisce l’infruttuosa lamentela generalizzata».

Il consigliere Monaca non si lascia certo intimidire da Ferlisi e, piuttosto, risponde: «Tagli ai servizi, sacrifici per i cittadini ispicesi, bilancio preventivo approvato il 30 agosto, tariffe in aumento per chi vuole fare sport e 200 mila euro spesi per spettacoli e manifestazioni estive, molti dei quali senza un effettivo ritorno economico per la città e il suo tessuto commerciale».

Monaca risponde insomma coi fatti e rende noti i conti dell’estate. «Il Comune – riferisce il consigliere del Pid – ha speso per gli spettacoli 184 mila euro. Molte di tali manifestazioni sono andate semideserte. Il consiglio comunale è stato inoltre espropriato della possibilità di discutere sul bilancio di previsione (il 30 agosto è piuttosto tempo di consuntivi), e i soldi sottratti ai servizi essenziali per i cittadini sono stati destinati all’effimero. Fornisco gli esempi dei tagli effettuati: la mensa per i bambini dell’asilo, che in genere inizia l’1 ottobre, da questo anno scolastico inizierà il 28 novembre; gli abbonamenti Ast per gli studenti fuorisede delle superiori, che in genere il Comune copre da settembre, saranno pagati solo a partire da ottobre; tagliati infine i contributi alle scuole per il materiale di cancelleria e didattico».