Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 769
GIARRATANA - 03/04/2009
Politica - Ispica: assemblea cittadina questo pomeriggio

Ispica: la ricetta del Pd per evitare sprechi in tempi di crisi

Gli esponenti hanno deciso di indire tre momenti di dibattito

«Tempo di crisi: meno sprechi, meno tasse. La proposta del Partito democratico per un bilancio sobrio e solidale»: è questo il tema dell’assemblea che si svolge oggi alle 17 nella sede del Pd.

Gli esponenti del partito hanno deciso di indire tre momenti di dibattito, quello di stasera sarà il primo degli incontri, su tematiche che, in primis, riguardano il bilancio e la gestione finanziaria del Comune. Poi, l’ambiente, la tutela del territorio, la raccolta differenziata e gli appalti esterni per la raccolta dei rifiuti solidi urbani. Ed ancora, i lavori pubblici, le infrastrutture, il lavoro e il precariato.

Parteciperanno all’assemblea Roberto Ammatuna, deputato regionale del Pd, Antonello Buscema, sindaco di Modica e, naturalmente, il consigliere comunale Giuseppe Roccuzzo.

«L’occasione dell’assemblea – spiega Pierenzo Muraglie segretario del Pd – si è rilevata fondamentale per fare il punto della situazione sullo stato di salute finanziaria dell’ente, puntando in particolare su alcune voci che hanno caratterizzato i bilanci dell’amministrazione, gravando sulle casse del Comune (ad esempio il costo delle consulenze esterne). L’attenzione – evidenzia – sarà inoltre focalizzata sulle entrate effettive e, quindi, sull’esito della lotta contro l’evasione fiscale portata avanti dal sindaco Piero Rustico, sull’aumento dell’addizionale Irpef e degli oneri di urbanizzazione. Il Pd – conclude - propone l’uso delle risorse comunali e la pianificazione economico finanziaria come dimostrazione d’esser pronto ad amministrare nel prossimo futuro la città».