Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1396
GIARRATANA - 13/10/2010
Politica - Giarratana: il caso Rosa infiamma la politica del comune montano

Asi, Giaquinta vuole la presenza per un giarratanese

Il capogruppo consiliare Ds: «Lia non ha fiducia nei suoi concittadini. Nulla da obiettare sulle qualità di Rosa, ma perché nominare un esterno che non conosce le problematiche di Giarratana?
Foto CorrierediRagusa.it

«Nulla da obiettare sulle qualità di Meno Rosa, quello che ci interessa sapere è perché il sindaco Pino Lia abbia ritenuto di affidare la rappresentanza del comune di Giarratana in seno al consiglio dell´ASI ad un signore che nulla ha da spartire con Giarratana, che non conosce quindi le problematiche del comune, anziché ad un imprenditore o altro di Giarratana». Bartolo Giaquinta, capogruppo comunale Ds di Giarratana chiede conto e ragione al sindaco Lia riguardo alla rinomina di Meno Rosa all’Asi.

Lo chiede sottoforma di interrogazione consiliare, e siccome il sindaco Lia non ha intenzione di rispondegli, Giaquinta si rivolge alla stampa. In maniera caustica, se considera Lia «un novello Don Chisciotte difensore dei deboli e degli oppressi», in questo caso Rosa, «vittima di imboscate tesegli da esponenti dello stesso Pdl. Nulla da obiettare sul fatto che il nostro sindaco consideri Rosa un signore a cui sono state fatte delle carognate e che ha sbagliato in buona fede, ma perché il sindaco si è affidato a uno che non conosce le problematiche di Giarratana? E’ tutta questa la fiducia che ha il sindaco nei confronti dei suoi concittadini?

A quanto pare ci sarebbe un precedente, a sentire Giaquinta. Incarichi a tecnici esterni per cantieri di lavoro. «Sì- chiede Giaquinta- lo abbiamo chiesto in una recente interrogazione alla quale il sindaco non ha ancora risposto. Come per i cantieri di lavoro, peraltro revocati dalla regione, le cui progettazione è stata affidata a due tecnici di Chiaramonte e Vittoria, fino a quando il sindaco non risponde tutte le ipotesi sono possibili (favori a qualcuno?)».

(nella foto una panoramica di Giarratana)