Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 976
COMISO - 02/12/2009
Politica - Comiso: colpo di scena nella maggioranza che amministra la città

Il sindaco Alfano ritira la delega assessoriale a Zisa

Decisione presa giovedì dopo il giro di consultazioni. Da tempo fra sindaco e assessore non c’erano buoni rapporti politici. Nella giunta si aprono adesso nuovi scenari politici
Foto CorrierediRagusa.it

Il rischio è diventato certezza. L’assessore Michele Zisa (nella foto) è fuori dalla giunta. La decisione è stata presa nella tarda serata del giovedì, dopo il giro di consultazioni politiche in seno alla maggioranza. Al fianco di Zisa, la lista LaTorre. Fino all’ultimo, Zisa aveva dichiarato di essere accanto ad Alfano e di avere la ferma volontà di contribuire fattivamente al programma amministrativo proposto alla città. Ma tutto ciò non è stato sufficiente per ricucire gli strappi che, già da tempo vedevano in contrapposizione il Pdl ed il Pdc.

Zisa ha rilasciato pochissime battute: «Ho chiesto solo che si operi nella normalità e che il Pdc è un partito di maggioranza, e non il figlio di un dio minore. Mi sono sempre reso disponibile attivando anche i canali regionali di cui posso disporre. Ho lavorato correttamente e lealmente senza mai fare imboscate politiche e senza mai coltivare interessi personali di sorta. Ma evidentemente tutto ciò non piace a qualcuno che, sin dall’inizio, non ha rispettato gli equilibri di maggioranza e non li ha nemmeno garantiti. Comunque ad ora, non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale. Chi avrà preso questa decisione, dirà anche quali sono state le motivazioni».

Dunque nelle prossime ore, dopo le conferme ufficiali, si potrebbero aprire nuovi scenari in seno alla maggioranza. È fuor di dubbio che il Pdc è stato determinante per la vittoria del centro destra, poiché ha raccolto più di mille voti scaturiti per la maggior parte dai malumori di un elettorato rinomatamene di sinistra. Alla luce di quanto si sta verificando, non è da escludere che il consigliere del Pdc, possa automaticamente diventare un’ulteriore voce di opposizione all’interno del consiglio comunale. Il Pdc spera comunque, che ci possano essere ancora dei margini di dialogo tra le parti, al fine di «scongiurare una seria crisi di giunta che non gioverebbe all’attività amministrativa».