Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 683
COMISO - 25/11/2009
Politica - Comiso: approvato il consuntivo 2008 a maggioranza, contrario il Pd

Oltre 4 milioni i debiti certificati dal Consiglio

L’assessore Raffaele Puglisi: «Altro che ottima salute, per sanare i debiti dobbiamo vendere il Paladavolos»
Foto CorrierediRagusa.it

Il Consiglio comunale nella seduta di ieri sera ha approvato a maggioranza il Conto consuntivo relativo all’esercizio 2008 che certifica un disavanzo di oltre quattro milioni e mezzo di euro. Hanno votato a favore i gruppi di centrodestra, contrari i consiglieri del Pd. Sempre a maggioranza è stato esitato il resto dell’ordine del giorno. Ampia e articolata la discussione sull’ultimo punto riguardante lo stato di attuazione del programma salvaguardia degli equilibri di bilancio 2009 «art. 193 D.lgs267/2000 – Provvedimenti di ripiano del disavanzo di amministrazione risultante dal rendiconto 2008 – Variazioni di bilancio pluriennale 2009-2011 esercizio 2009».

«Purtroppo- afferma l’assessore alle Politiche finanziarie Raffaele Puglisi- per il secondo anno consecutivo, chiudiamo il bilancio consuntivo con un pesante passivo. Un passivo che si aggiunge a quello del precedente consuntivo di oltre sette milioni di euro che portano il disavanzo negli esercizi 2007 e 2008 a quasi dodici milioni di euro. Questi sono i numeri reali, peraltro certificati da un organo terzo quale è il Collegio dei revisori dei conti. Appaiono quindi demagogiche le affermazioni dell’opposizione secondo cui le casse comunali godrebbero invece ottima salute e che non sussisterebbe nessun passivo. L’Amministrazione comunale, per risanare tale deficit, procederà alla dismissione di alcuni beni immobili comunali tra i quali il Paladavolos, un impianto sportivo, tra l’altro, da tempo non più omologato per campionati nazionali di alcune importanti discipline sportive».

L’assessore fa capire anche che la cessione del Paladavolos non avverrà prima del 2011 e non senza avere prima a disposizione un impianto sportivo alternativo. «Abbiamo già avviato i primi contatti per una operazione sicuramente complessa che però rappresenta una scommessa da vincere per questa amministrazione. Si tratta di ampio e ambizioso progetto finalizzato a trasferire la cittadella dello sport, ossia stadio, campi di tennis e strutture per la pallacanestro, la pallavolo, il calcetto, presso l’area Pip dov’è previsto anche il mini autodromo che dovrà realizzare la Provincia di Ragusa, in un’area decentrata e provvista di ampi parcheggi e servizi. In questo modo, avremo anche la possibilità di riqualificare un’area molto estesa in pieno centro abitato».