Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 1015
COMISO - 26/10/2009
Politica - Comiso: il segretario provinciale del Pd rivela la sua strategia al nostro giornale

Pd, attenti al Lupo… Mattarella!

Pippo Digiacomo fiuta l’imboscata e avverte: «Un accordo che escluda Lumia sarebbe atto predatorio e rottura senza precedenti. Propongo di puntare su Lupo per alzata di mano e non per voto segreto"
Foto CorrierediRagusa.it

Nel day after delle primarie Pippo Digiacomo (nella foto) fiuta trappole e ammonisce il partito a «non fare accordi predatori» in vista del ballottaggio del 7 novembre: «Potrebbero causare una rottura senza precedenti».

Il risultato in favore di Bersani segretario nazionale è stato netto, ma per la segreteria regionale il quadro è ancora a tinte fosche. I voti riportati dai tre candidati regionali, Lupo, Lumia e Mattarella hanno determinato il ballottaggio del 7 novembre tra i primi due: Lupo e Lumia. Che faranno i mattarelliani?

I commenti e le indiscrezioni si sprecano. Appare naturale, infatti, immaginare un accordo tra Lupo e Mattarella che lanci il primo alla segreteria regionale e Mattarella suo vice, tagliando fuori da qualunque possibile posizionamento Lumia. Le indiscrezioni su Lumia, fra l’altro, riferiscono di un possibile accordo con l’attuale governo regionale ed una sua ipotetica entrata nella giunta Lombardo.

Onorevole Digiacomo, le sono arrivate alle orecchie le voci su un accordo Lupo-Mattarella già in cantiere per mettere in minoranza Lumia?

«Chi veicola questa ipotesi, assurda per me, ha obiettivi predatori e soprattutto mira ad una rottura senza precedenti».

La motivazione su un eventuale isolamento di Lumia pare scaturisca da una sua ipotesi di ingresso nella giunta Lombardo. Vero o falso?

«Il Pd deve porsi il problema di nuove alleanze per uscire da questa condizione asfittica ma non credo che sia previsto un ingresso tout court di Lumia, nel governo regionale».

Cosa intende per condizione asfittica del Pd?

«Intendo una gestione poco incisiva del gruppo dirigente, a tutti i livelli, negli ultimi due anni. Ora mi aspetto che il partito riparta della gente, dalle istanze e dai problemi della collettività, senza che qualcuno pensi solo alle proprie fortune politiche».

La differenza fra i tre candidati alla segreteria è minima. Quale potrebbe essere lo scenario pre-ballottaggio?

«Io andrei ad una sintesi su chi ha riportato più voti, in questo caso Lupo. Di conseguenza, un’ipotesi di gestione condivisa perché il Pd deve procedere in maniera unita ed unitaria. Infatti sono propenso per il voto palese, alla luce del sole e non segreto dentro una cabina di voto».

Come mai la maggior parte del Pd si è trovata allineata con la mozione Bersani ed invece per la segreteria regionale ha appoggiato diversi candidati?

«Perché questo è stato un congresso vero, aperto a tutti e quindi è stato giusto raccogliere le molteplici espressioni interne al Pd».