Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1416
COMISO - 26/06/2009
Politica - Comiso: il sindaco Alfano congela e rinvia il confronto interno

Comiso: verifica rinviata, i mal di pancia restano

Roberto Cassibba, commissario Udc: «Chiediamo conto di quello che hanno fatto i dirigenti nominati da questa amministrazione»

Verifica politica nella maggioranza. Il sindaco Alfano congela tutto e rimanda a futura memoria. Questo quanto dichiarato dal consigliere comunale dell’Udc, Roberto Cassibba, commissario locale del partito di Casini. Era stato lo stesso Cassibba qualche settimana prima delle europee, a chiedere a nome di tutto il partito una verifica politica e programmatica.

Quella politica scaturiva dalle scelte «poco chiare» (ipse dixit) del partito del Cuore che ha costituito una federazione con il Mpa. La verifica programmatica scaturiva invece dalla necessità, sempre a detta dello stesso, di capire a che punto fosse arrivato il programma dell’amministrazione. Ma a distanza di un mese, pare sia calato il sipario su queste richieste dell’ UDC.

«Non abbiamo affatto accantonato le richieste fatte al sindaco – dichiara Cassibba – tutt’altro. Il sindaco Alfano ha semplicemente ritenuto di procedere con la verifica politica di questa maggioranza di governo della città in futuro, un futuro che comunque non sarà lontano. Per quanto riguarda invece la verifica programmatica – ha concluso il consigliere dell’Udc – stiamo fortemente pressando l’amministrazione perché ci sembra che faccia parte della dialettica interna un confronto sereno, dovuto soprattutto ai cittadini.

Non è una richiesta polemica, ma costruttiva, al fine di verificare l’operato di un anno, l’operato dei dirigenti che sono stati nominati da questa amministrazione, e soprattutto di verificare alla luce dell’approvazione del bilancio e del bilancio triennale, cosa si intende fare per la città».