Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 742
COMISO - 19/06/2009
Politica - Comiso: il Pd contesta il trionfalismo del sindaco Alfano

Zago risponde ad Alfano: «Un anno di giunta fallimentare»

Il capogruppo consiliare tenta di smontare i risultati rivendicati dal sindaco al nostro giornale
Foto CorrierediRagusa.it

Non si fa attendere la risposta del Pd di Comiso in merito alla rendicontazione del sindaco Giuseppe Alfano sul primo anno di amministrazione. A ribattere al trionfalismno del primo cittadino è il capogruppo consiliare di opposizione, l’on Salvatore Zago (nella foto).

«Ma che c’è da brindare – scrive in una nota Zago - dal momento che le stesse scarne note che costituirebbero il bilancio di un anno di sindacatura e che Alfano ha ritenuto degno di essere consegnate alla stampa, stanno a dimostrare «plasticamente» come ci si trovi di fronte ad un fallimento ancor più disastroso di quanto si potesse immaginare».

A cominciare dalla presunta apertura delle porte del comune, che secondo l’opposizione non erano certo chiuse e che comunque «ormai in ben pochi varcano, dal momento che il sindaco non fa più ricevimento o fissa appuntamenti che sembrano le liste d’attesa delle Ausl per gli esami clinici!».

«Ci troviamo di fronte ad un vuoto programmatico ed a una carenza di progettualità e strategia molto evidenti concretizzatisi purtroppo in un immobilismo palpabile e riscontrabile in città, con buona pace di chi, per accorgersene, ha bisogno di vederli certificati da economisti o uffici-studi».

Per quanto riguarda invece, la stabilizzazione dei 98 ex Asu, Zago afferma che stabilizzazione sarà possibile solo perché la giunta precedente aveva avviato il processo e stipulato i contratti quinquennali di diritto privato che li tengono a stipendio sicuro fino al 31 dicembre 2010. «E guarda caso questi ultimi sono gli unici oramai per i quali si parla di stabilizzazione. Per gli altri si annunciano solo fantomatici concorsi, altro che perfezionamento di procedure in corso».

«La bozza del piano regolatore generale - conclude il capogruppo- in Consiglio entro giugno: alla fine di giugno, almeno di quello in corso 2009, mancano solo dieci giorni, il consiglio non ha ancora approvato il bilancio e nell’anno 2009, eccezion fatta per le sedute «aperte», si è riunito una sola volta! E dire che Alfano aveva perentoriamente indicato, al suo insediamento, che il consiglio comunale si sarebbe riunito ogni 15 – 20 giorni».