Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 795
COMISO - 21/05/2009
Politica - Comiso: l’assessore smentisce le voci sulla consulenza tecnica regionale

Zisa pronto a dimettersi: «Miserabile chi mette in giro voci per gettare fango»

Veleni all’indomani della creazione della federazione Partito del cuore e Mpa

Veleni sull’assessore Michele Zisa all’indomani della creazione della federazione Partito del cuore e Mpa. Voci riferiscono di una mega consulenza tecnica a livello regionale per Zisa. L’interessato smentisce, nonostante una ridda di veleni si abbatte si di lui che, tra l’altro, rappresenta in giunta questo nuovo soggetto politico.

I malumori per questo matrimonio politico erano già nell’aria e questa affiliazione non è stata ben vista nella compagine politica del Pdl che, sin dall’inizio del mandato politico comisano, non aveva accettato l’alleanza con il Mpa. Dunque nel breve giro di tre giorni sarebbe divenuto fatto consolidato un incarico regionale a Zisa da parte di Lombardo. Si sarebbe trattato di una consulenza tecnica a livello regionale.

Queste voci incontrollate hanno creato dei problemi anche all’interno del direttivo del Pdc, che si è riunito in seduta straordinaria martedì sera. «Smentisco categoricamente queste voci dice sconcertato Zisa- chi dice queste cose è un calunniatore ed un miserabile della politica, come purtroppo ce ne sono tanti. Spero solo che non si tratti di operazioni artate e studiate per infangare un rappresentante politico ed istituzionale che, voglio ricordare, è l’unico che si è dimezzato l’emolumento assessoriale, del 30%»

Per provare la buona fede sulle cose che afferma, l’assessore ha dichiarato di avere messo sul tavolo la sua delega «se la mia presenza in giunta non fosse gradita. Il mio partito mi ha obbligato a restare e a non lasciare questo percorso amministrativo di cui il Pdc è stato protagonista assieme agli altri partiti del Pdl, contribuendo alla vittoria del centro destra, con più di mille voti.»