Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1155
COMISO - 26/01/2009
Politica - Comiso- Tiene branco la querelle sulla struttura della città

Depuratore, dubbi e certezze del rifondatore Nunzio Bertino

Non si placa la polemica. Nuove rivelazioni sui mancati pagamenti arretrati ai 5 dipendenti
Foto CorrierediRagusa.it

«Convince poco la strategia dell’amministrazione Alfano sulla vicenda depuratore». Lo dichiara Nunzio Bertino, (nella foto), segretario cittadino di Rifondazione comunista.

Secondo Bertino, convincono anche meno le affermazioni dell’assessore Michele Zisa che più volte ha dichiarato pubblicamente:«Se la gestione del servizio di depurazione a Comiso, venisse effettuata direttamente dall’ ente, si avrebbe un risparmio del 23% rispetto agli attuali costi».

«Se l’ente avesse voluto procedere alla gestione diretta- replica Bertino- avrebbe potuto avviare tutte le procedure già sei mesi fa, senza ricorrere ad ordinanze di proroga per altri tre mesi, senza paventare licenziamenti, concorsi pubblici o ridimensionamenti di stipendi per i 5 dipendenti.»

Ma il segretario di Rifondazione, non si ferma qui. E chiede esplicitamente agli amministratori, come mai è stato concesso alla ditta GTA che attualmente è responsabile del servizio, di assumere altre due unità, se invece dice di vantare grossi crediti presso il Comune di Comiso?

E inoltre, si chiede Bertino, «come mai i signori amministratori non si siano fatti garanti dei pagamenti ai dipendenti, come previsto dall’art. 25 del capitolato d’appalto, o addirittura non abbiano ancora provveduto a pagare direttamente i 5 operatori così come promesso davanti al prefetto, qualche settimana fa?»