Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1001
COMISO - 02/12/2008
Politica - Comiso - Schermaglie politiche tra maggioranza e opposizione

Comiso: va di scena il cattivo gusto

Querelle incrociate tra Puglisi, Zago e Fianchino Foto Corrierediragusa.it

Le scintille tra maggioranza ed opposizione rischiano di diventare autentici incendi a causa delle offese gratuite tra le due componenti politiche. Se per un po’ si era pensato che maggioranza ed opposizione fossero riuscite a fare quadrato sui reali problemi della città, gli ultimi sviluppi politici smentiscono tutto.

Ma invece di assistere a polemiche fondate su validi argomenti, il dibattito è sceso davvero di tono, sconfinando nelle reciproche offese. La miccia è stata accesa quando il presidente del consiglio Raffaele Elia ha convocato una seduta del civico consesso, con caratteri di estrema urgenza, per l’esame dei bilanci consuntivi e le relative variazioni.

Il Pd, in una prima nota a firma del capogruppo consiliare Salvatore Zago (nella foto), ha fatto sapere che la convocazione sarebbe dovuta avvenire, per regolamento comunale, almeno 20 giorni dopo la ricezione di tutti gli atti concernenti i bilanci. Ma Elia, non ha fatto alcun passo indietro. Infatti la seduta è stata confermata per sabato 29 novembre.

E qui la seconda presa di posizione del gruppo di opposizione: il Pd diserta l’aula. Tutti i punti all’ordine del giorno relativi ai bilanci, sono passati con il voto dei soli presenti, ovvero del gruppo consiliare di maggioranza. A questa plateale forma di protesta, risponde con dichiarazioni pubbliche, l’assessore al bilancio del comune di Comiso, Raffaele Puglisi, che taccia l’onorevole Zago di essere «saputello», e di avere fatto "malafiura".

Ma la querelle non finisce qui. Tra urgenze, bilanci da approvare, stipendi da pagare, lavori pubblici da finanziare, precari che si avviano a scadenza di contratto e vedono il loro futuro alquanto incerto, la guerra dei comunicati stampa impazza. Ultimo quello del consigliere comunale del Pd Fabio Fianchino che, difendendo le posizioni del suo partito, pare proprio che non ne risparmi una alla maggioranza di centro destra. Fianchino infatti, bacchetta i toni di Puglisi esprimendo "profondo rammarico per le dichiarazioni dai toni gratuitamente offensivi. E’ bene che qualcuno ricordi all’assessore Puglisi che il consigliere Zago è stato eletto dal popolo, al contrario di lui che «è stato nominato», misteriosamente, a ricoprire quell’incarico".