Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 21 Agosto 2018 - Aggiornato alle 14:59
COMISO - 12/06/2018
Politica - La città casmenea al ballottaggio il 24 giugno per appena 70 voti

Spataro tira dritto per il ballottaggio

Intanto ad Acate Giovanni Di Natale è ufficialmente il nuovo sindaco Foto Corrierediragusa.it

La storia si ripete. Cinque anni fa Filippo Spataro era stato costretto al secondo turno per diventare sindaco per una cinquantina di voti e superò poi Peppe Alfano al ballottaggio. In questa tornata elettorale il sindaco uscente ha mancato l’elezione diretta per 70 voti e dovrà vedersela domenica 24 contro Maria Rita Schembari del centrodestra (foto). «Siamo il partito e la colazione più votata –dice Spataro- nonostante la divisione interna che sono sicuro al secondo turno si ricomporrà. Gli elettori che si sono rivolti a Pippo Digiacomo non sono certamente di centrodestra. Ci sono tutte le carte in regola per vincere bene». Spataro, tuttavia, non vuole stringere apparentamenti né Pippo Digiacomo è di questa intenzione. In un suo post l’ex parlamentare non sembra molto convinto di andare verso Filippo Spataro e chiude con «la battaglia continua» che la dice lunga sulle sue intenzioni.

Chi si nuove è invece Maria Rita Schembari che sa di dovere recuperare. La candidata del centro destra medita di avviare una discussione con il M5S visto che nel corso della passata legislatura ha fatto sponda con i pentastellati contro Spataro. I punti di contatto, a cominciare dalla privatizzazione del cimitero, ci sono tutti ed i 5 stelle potrebbero convergere su di lei. «Mi auguro – dice la Schembari - che il voto del ballottaggio sia libero e responsabile. I cittadini scelgano il meglio per la loro città».

Per quanto riguarda le preferenze Gaetano Gaglio, vicesindaco uscente, è stato il più votato, 782 preferenze nella lista Spiga. A seguire Sonia Alì, 235. Bene anche il presidente uscente del consiglio comunale Gigi Bellassai con 475 voti nel Pd, preceduto comunque da Fianchino, 616 voti, seguito da Gaetano Scollo, 335, e Giuseppina Paravizzini, 187. Vittorio Ragusa è primo nella lista Territorio con 393 voti, Gaetano Cottonaro a seguire con 161. In Diventerà bellissima emerge Alberto Belluardo con 481 voti seguito da Peppe Alfano con 308 voti, e da Michele Assenza 266. Valentina Damiata, 273 voti, è prima in Comiso Vera, Alessandro Meli e Biagio Vittoria entrambi a 222 con la lista Prima Comiso che sostiene la Schembari. Modesti i risultati della Lega e di Fratelli d’Italia. Michele Digiacomo, 218 voti, è primo nella lista di Digiacomo sindaco, seguito da Angelo Iemulo, 166. Patrizia Bellassai, 281 voti, guida la lista del M5S, Antonio Di Pietro, 170, Valentina Mercorillo, 146, e Gaspare De Simone 152.

E´ GIOVANNI DI NATALE IL NUOVO SINDACO DI ACATE
Giovanni Di Natale è ufficialmente il nuovo sindaco di Acate. Di Natale vince con quasi il 38% dei consensi e supera di quasi 5 punti di percentuale Vito Cutrera del M5S. Terzo che si attesta al 29%. Di Natale ha già festeggiato nel corso della notte nel suo comitato elettorale visto che la sua elezione è diretta in quanto ad Acate, comune inferiore ai 15mila abitanti, non è previsto il ballottaggio.