Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 829
COMISO - 24/09/2008
Politica - Comiso – Prese di posizione sul caso dell’ex sindaco di Vittoria

Zago: "La commissione non protegge nè processa Aiello"

L’ex deputato lo invita a decidere il suo futuro nel Pd Foto Corrierediragusa.it

Sulla vicenda Aiello e sulla composizione di una commissione «ad acta», che decida se l’ex sindaco di Vittoria deve restare dentro il Pd o meno, le prime dichiarazioni partono da Comiso. L’on Salvatore Zago (nella foto), componente di questa commissione dei 4 saggi, ha preso posizione. «Il partito- ha dichiarato- non offre sicuramente protettorato a nessuno, ma sicuramente non è né un tribunale, né può intentare un processo».

Zago ha fatto anche un passaggio su tutta la vicenda tra Aiello e l’attuale sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, ripercorrendo tutte le tappe salienti che hanno portato, qualche settimana fa, il segretario cittadino del partito vittoriese Giovanni Formica, a dichiarare che i rapporti tra Aiello ed il PD si erano interrotti.

«La commissione - ha continuato Zago- ha semplicemente il ruolo di prendere atto di quanto accaduto e deciso in seno al PD di Vittoria, ma credo che la decisione ultima spetti proprio ad Aiello. Deve essere lui a decidere, davanti ai fatti, se restare o uscire definitivamente fuori.»

Si ha la netta sensazione che prendere una decisione sia un’impresa difficile. Aiello è stato un punto di riferimento della sinistra vittoriese, un soggetto politico che negli anni ha ricoperto diverse cariche istituzionali, consolidando la sua leadership nella città ipparina.

Salomonica sembra essere anche la decisione del coordinatore provinciale del PD, Pippo Digiacomo, che probabilmente ha reputato più trasparente e democratica, l’istituzione di una commissione, vista la definitiva rottura tra lui ed Aiello. Adesso bisogna attendere una decisione corale dei 4 membri, che si sono dati una settimana per decidere.