Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 1076
COMISO - 10/12/2014
Politica - Il documento notificato dal Ministero dell’Interno alla Prefettura di Ragusa

Piano riequilibrio Comiso va bene ma le tasse restano alte

Non sarà toccata, tuttavia, la consistenza della pianta organica oggi a quota 249 unità Foto Corrierediragusa.it

Le tasse resteranno alte ma la pianta organica non sarà toccata. Sono queste le più importanti novità contenute nelle prescrizioni che la competente commissione Finanza Locale del Ministero dell´Interno ha formalizzato nel documento inviato alla Prefettura di Ragusa. Dopo il parere positivo ai bilanci stabilmente riequilibrati Comiso si avvierà dunque verso la normalizzazione ma dovrà ancora osservare alcune prescrizioni.

Si tratta di una serie di provvedimenti che l´amministrazione guidata dal sindaco Spataro (nella foto) dovrà attuare affinché il riequilibrio, dimostrato con il bilancio preventivo 2013, risulti effettivo. Le aliquote dei tributi resteranno al massimo per tutto il periodo di decorrenza del dissesto, ma la pianta organica di 249 unità dovrebbe essere mantenuta. Inoltre bisognerà tenere al minimo le spese e procedere alla riorganizzazione funzionale dei servizi. Insomma la stagione dei sacrifici non è ancora finita ma il percorso virtuoso è stato avviato nel febbraio del 2012 e su questa strada bisognerà continuare per chiudere definitivamente una vicenda che ha segnato la vita politica ed amministrativa della città.