Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:15 - Lettori online 1052
COMISO - 16/06/2008
Politica - Comiso - Storico risultato nella città "rossa" dopo 10 anni

Peppe Alfano vince a Comiso
Venticinque sindaco di Scicli
Caruso riconfermato ad Acate

Il successore di Falla ce l’ha fatta al primo turno per soli 11 voti. Susino conferma che chiederà la verifica delle schede nulle.
Ad Acate riconfermato il sindaco uscente Caruso
Foto Corrierediragusa.it

Il centro sinistra a Comiso viene battuto pesantemente dal centro destra. Dopo dieci anni, il candidato del centro destra Giuseppe Alfano (nella foto) si conquista la poltrona di primo cittadino con il 52,40 % dei consensi, contro il 43,89% del competitor principale Gigi Bellassai. I segnali erano già evidenti con il risultato delle politiche e delle regionali che, sebbene hanno premiato l’ex sindaco Pippo Digiacomo, eletto all’ Ars, hanno avuto un risultato sottotono, rispetto ai numeri previsti. Secondo l’on Salvo Zago invece, il risultato del centro destra era prevedibile, vista l’onda lunga del Pdl in Italia e in special modo in Sicilia, con la schiacciante vittoria di Lombardo, appoggiato da tutto il centro destra.

Ma la novità del risultato elettorale non è solo questa. Molti candidati al consiglio comunale, per le liste di centro destra, hanno riportato risultati ben aldilà di ogni più rosea previsione, specie in considerazione del fatto che si tratta di candidati alla loro prima esperienza politica. Emblematico il risultato di una lista civica, La Lista del Cuore, che ha appoggiato Alfano ed ha conseguito un incredibile risultato: circa mille voti di lista.

Meno incisiva la presenza del terzo candidato a sindaco, Antonello Digiacomo di Mpa, che pare si attesti, come voti di lista, a circa 600 preferenze. I risultati definitivi però, si potranno avere nelle prossime ore, compresi i nomi degli eletti al consiglio comunale, per i due schieramenti.

COMISO
31 sezioni scrutinate su 31
(19.858 votanti - 78,83%)

GIUSEPPE ALFANO: 10.257 voti (52,28%)

GIGI BELLASSAI: 8.528 voti (43,89%)

ANTONELLO DIGIACOMO: 582 voti (3,22%)



IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE

Pdl (5): Emanuele Amenta 327, Giorgio Assenza 371, Raffaele Elia 519, Salvatore Romano 388, Danilo Bonifacio 291

Alfano sindaco (3): Concetta Linfanti 164, Dante Di Trapani 321, Giuseppe Caruso 224

La Torre-Mare nostrum (1): Pasquale Puglisi 96

Lista del Cuore (1): Gaetano Cottonaro 146

Casini-Udc (2): Salvatore Girlando 352, Giuseppe Digiacomo 377

Pd (3): Salvatore Zago 354, Daniele Montevergine 311, Marco Salafia 277

Spiga (3): Michele Digiacomo 225, Fabio Fianchino 524, Ivana Latino 499

Girasole (1). Giovanni Occhipinti 186

Per Gigi Sindaco (1): Calogero Urso 136.




A SCICLI GIOVANNI VENTICINQUE BATTE TUTTI
Giovanni Venticinque, candidato del centro destra, è il nuovo sindaco di Scicli, avendo superato di gran lunga Venerina Padua, competitor del centro sinistra. Venticinque ce l´ha fatta al primo turno per un soffio: 12 voti che gli hanno evitato il ballottaggio. Questo grazie anche alle ben 7 liste che lo sostenevano. "Una vittoria voluta dal territorio, dall´intera Scicli" ha dichiarato a caldo Venticinque in piazza Municipio, tra la folla festante. Niente da fare per Bernadetta Alfieri, Pierluigi Aquilino e Enzo Giannone. Franco Susino conferma intanto che chiederà una verifica delle schede nulle. Tre soli voti hanno consentito la vittoria a primo turno di Giovanni Venticinque, la cui proclamazione è comunque scontata. Il candidato arrivato secondo, a debita distanza da Venerina Padua, espressione del Pd, chiederà il riconteggio delle schede nulle.

Intanto, appena proclamato sindaco di Scicli, Giovanni Venticinque ha rassegnato le dimissioni da assessore provinciale alla Viabilità e alla Polizia Provinciale.

In una lettera indirizzata al presidente della Provincia Franco Antoci, il neo sindaco di Scicli lo ringrazia per la fiducia accordatagli in questi anni di comune esperienza amministrativa e del lavoro condotto in perfetta sintonia per il miglioramento della rete stradale provinciale e per l’istituzione del settore di polizia provinciale.

Nella sua lettera di dimissioni, Venticinque ha avuto parole di elogio per i dipendenti che lo hanno fattivamente collaborato in questi di assessore provinciale.

SCICLI:
24 sezioni scrutinate su 24
(16.611 votanti - 77%)

GIOVANNI VENTICINQUE: 8.305 voti (50,08%)

FRANCO SUSINO: 3.019 voti (18,18%)

VENERINA PADUA: 2.940 voti (17,7%)

PIERLUIGI AQUILINO 1.461 voti (8,8%)

ENZO GIANNONE: 767 voti (4,62%)

BERNARDETTA ALFIERI: 370 voti (2,23%)



IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE

Udc (4): Gino Rivillito, Vincenzo Bramanti, Marco Lopes, Maurizio Miceli

Idea di Centro (2): Salvatore Carbone, Lorenzo Bonincontro

Mpa (1): Fabio Fidone

Progetto Scicli (1): Rocco Verdirame

Pd (3): Gianpaolo Aquilino, Claudio Caruso e Armando Cannata

Pdl (3): Enzo Pacetto, Bartolo Venticinque e Agatino Guttà

Scicli e Tu (2): Adriano Caserta, Vincenzo Iurato

25 aprile (1): Maurizio Arrabito

Patto per Scicli (2): Bartolomeo Epiro, Andra Caruso

Città aperta (1): Bartolomeo Galesi




AD ACATE RICONFERMATO IL SINDACO USCENTE
GIOVANNI CARUSO

Giovanni Caruso resta sindaco di Acate. 2137 voti dei suoi concittadini lo confermano alla guida della città che ha guidato negli ultimi cinque anni. Nella città che si è recata al voto con il sistema maggioritario, Caruso ha battuto nettamente i suoi avversari. Franco Raffo, del Movimento per l’Autonomia, ha avuto 1767 voti; Enzo Longo, del PD-La Svolta si è fermato a quota 1140. Tutti i tre candidati, comunque, hanno superato i 1000 voti, segno comunque di un forte radicamento sul territorio e di una città che conserva, secondo tradizione, un elettorato che si richiama a diverse aree politiche.

In consiglio comunale, la lista di Giovanni Caruso ottiene nove consiglieri. Prima degli eletti, Katia Cantale, medico e moglie dello stesso primo cittadino. Per lei 315 voti, secondo degli eletti Gianfranco Ciriacono con 281 voti. Gli altri eletti sono Fabrizio Cutello, Luigi Denaro, Carmelo Di Martino, Gianluca Di Raimondo, Giuseppe Leone, Gaetano Pepi.

Franco Raffo e la sua lista mandano in consiglio sei rappresentanti. Il maggior numero dei suffragi premia il giovane Giovanni Francesco Fidone, attuale segretario dell’Mpa cittadino, che raggiunge 253 preferenze. Eletti anche Gianpippo Busacca, Eliseo Campagnolo, Giovanni Campagnolo, Giuseppe Di Natale e Pippo Monello. Katia Cantale è l’unica donna eletta: gli altri consiglieri sono tutti maschi. Resta fuori dal consiglio (come accade per i piccoli comuni), la terza lista, quella guidata da Enzo Longo.

Giovanni Caruso potrà contare, fin da subito, su tre assessori designati: Daniela Amarù, Antonia Salemi e Salvatore Guccione. Dovrà scegliere altri due assessori, assegnare le deleghe, decidere chi sarà il vicesindaco. Acate, dunque, ha scelto la continuità ed ha premiato il sindaco uscente. Che potrà concludere il lavoro iniziato.

Francesca Cabibbo


ACATE:
8 sezioni scrutinate su 8
(5.171 votanti - 77,16%)

GIOVANNI CARUSO: 2.137 voti (42,37%)

FRANCO RAFFO: 1.767 voti (35,03%)

ENZO LONGO: 1.140 voti (22,6%)



IL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE DI ACATE
(Gli eletti sono contrassegnati dall´asterisco)

Lista Caruso sindaco: 9 eletti

Catena Cantale *: 315
Rocco Cilio *: 72
Gianfranco Ciriacono *: 281
Fabrizio Cutello *: 212
Luigi Denaro *: 149
Carmelo Di Martino *: 137
Gianluca Di Raimondo *: 153
Giuseppe Francesco Iacono *: 175
Giuseppe Leone *: 181
Gaetano Pepi *: 187
Giancarlo Polizzi : 107
Vito Salvo : 115
Giovanni Spada : 42
Emauele Tidona : 102
Paolo Ventura : 70


Lista «Raffo sindaco»: 6 eletti

Giacomo Albani : 49
Giampippo Busacca *: 79
Eliseo Campagnolo *: 73
Giovanni Campagnolo *: 105
Emanuele Cirnigliaro : 58
Salvatore Cutrera : 72
Giuseppe Di Natale *: 96
Ignazio Di Noto : 32
Giovanni Francesco Fidone : 253
Simone Frasca : 30
Maria Gambini : 53
Giuseppe Monello : 124
Michele Perrotta : 54
Lucia Puccia : 42
Saro Scollo : 22



Consiglio circoscrizione Pedalino

Il Popolo delle Libertà: eletti Ivana Stracquadaini, Sebastiano Cascone

Cascone Sebastiano: 47
Cugnata Paolo: 24
Genovese Giuseppe: 16
La Terra Giuseppe: 24
Stracquadaini Ivana: 53
Tuvè Orazio: 11

Alfano sindaco. Eletti: Mazza Giovanni, Salvatore Distefano (per posizione nella lista perché pari voti con Nifosì)
Criscione Salvatore: 25
Distefano Salvatore: 53
Gangarossa Alessandra: 13
Gurrieri Giovanni: 25
Mazza Giovanni: 72
Nifosì Alessandro: 53

Udc. Eletto: Giovanni Tribastone
Baglieri Giuseppe: 20
Cardaci Giuseppe: 56
Tribastone Giovanni: 86
Tummino Maria Luisa: 25
Ragusa Febronia (detta Nella): 7
Vona Luana: 7

Partito Democratico. Eletto Gianfilippo Pollicita
Burrometo Vito (detto Vittorio): 72
Cacciatore Laura Fortunata: 5
Celestre Giovanni: 12
Dicara Carmelo: 13
Pollicita Filippo (detto Gianfilippo): 74
Stella Paolo: 13

«Per Gigi sindaco». Eletti Stefano Assenza e Luca Borgese
Assenza Stefano: 66
Battaglia Giuseppe: 19
Biazzo Carmelo: 51
Borgese Luca: 52
Pluchino Susanna: 23
Viola Gaetano: 7

Il nuovo sindaco di Scicli Giovanni Venticinque Il riconfermato sindaco di Acate Giovanni Caruso