Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 779
COMISO - 13/06/2008
Politica - Comiso - Visita dell’ex ministro degli esteri a sostegno di Bellassai

Comiso: D´Alema riempie la piazza

Ripercorsa la storia della città dai tempi della base Nato Foto Corrierediragusa.it

Piazza fonte Diana , ore 20.00 Comiso. Nella principale agorà gremita di gente, arriva l’ex ministro degli esteri, Massimo D’Alema (nella foto). Un interminabile scroscio di applausi gli impedisce di parlare. Alla fine, dopo la presentazione dell’onorevole Pippo Digiacomo,( PD ) e del candidato a sindaco del centro sinistra , Gigi Bellassai, D’Alema prende la parola. E comincia con la storia di Comiso, vista da lui, dai tempi della base Nato, negli anni ’80.

« La sinistra ha sempre lottato per la pace,-ha dichiarato D’Alema- e l’amministarzione di questi ultimi 10 anni a Comiso, è riuscita a trasformare la base della morte, prima in un grande centro di accoglienza per i seimila Kosovari, profughi in un momento in cui i Balcani erano luogo di morte e di guerra. Ed i cittadini di Comiso, grazie a questa operazione di grande umanità, devono sentirsi orgogliosi di avere contribuito a questa grande sfida di solidarietà. Oggi, in una importantissima struttura aeroportuale, baricentro del Mediterraneo, e futuro volano non solo dell’economia, ma degli scambi interculturali con il mondo arabo che non deve vederci come dei nemici, ma come una civiltà con la quale vivere in pace. Se c’è pace, c’è sviluppo, c’è progresso, c’è ricchezza.»

Poi l’asse del discorso si è spostato sull’attuale governo nazionale.

« Il governo attuale, è un governo esclusivamente nordico, che cura gli interessi del nord, delle fasce più abbienti del nord e che invece vuole depauperare il mezzogiorno e la Sicilia. Pur avendo conseguito un grande successo proprio in Sicilia, la prima cosa che ha fatto Berlusconi, è stata quella di stornare circa un miliardo di euro destinati alle strade ed alle infrastrutture nel meridione per non far pagare l’ ICI sulla prima casa, anche a coloro che hanno le dimore più lussuose. «

Infine D’Alema, ha dichiarato che bisogna evitare di omogeneizzare la politica a tutti i livelli. Infatti ha sostenuto che non paga il discorso fatto da Miccichè, 5 anni fa, e quello che adesso sostiene il candidato del centro destra a Comiso, che bisogna restare nel circuito del centro destra a Roma, a Palermo, a Ragusa ed infine anche a Comiso, perché i rappresentanti delle amministrazioni locali, come del resto sempre secondo D’Alema il presidente Lombardo, ricopriranno solo il ruolo di «scendiletto» dei capi Romani, senza potere dissentire su niente.

« Gli amministrazioni di centro sinistra, devono essere lo sprone ai governi nazionali e regionali, e gli attenti osservatori della politica e devono lottare per tutelare le proprie comunità, dalla cecità politica che, altrimenti non sarebbe osteggiata da nessuno.»