Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 909
COMISO - 03/06/2008
Politica - Comiso - Clima rovente a pochi giorni dalla tornata elettorale

Tra 2 litiganti... Bellassai gode!
Alfano - Digiacomo a muso duro

Scambio di vedute tra Pdl e Mpa. E il centro sinistra die la sua Foto Corrierediragusa.it

A soli 12 giorni dalla tornata elettorale amministrativa a Comiso, il clima politico si arroventa ancora di più, con una polemica che vede protagonista il candidato del centro destra, Giuseppe Alfano, ed il candidato dell’ Mpa, Antonello Digiacomo.

Già da tempo quest’ultimo, aveva dichiarato che a suo avviso, un accordo a Comiso con il centro destra, sarebbe stato difficile, in considerazione dei mancati accordi alla provincia dove l’ Mpa da 10 mesi chiede di potere godere dei benefici di maggioranza, ma che nei fatti, non ha ancora ricevuto niente.

Digiacomo aveva inoltre più volte ribadito che neanche con il centro sinistra vi erano accordi, e la sua corsa da solo alla poltrona di primo cittadino, ne era la conferma. Ma dai toni della pacifica dialettica, per motivi ancora sconosciuti, Alfano è passato direttamente all’attacco. L’altro ieri infatti, durante un suo intervento pubblico, ha chiaramente dichiarato che i voti di tutti i centristi avrebbero avuto una valenza, se fossero stati dati direttamente a lui e non al candidato dell’ Mpa, che, sempre secondo Alfano, non cerca accordi di programma, ma poltrone di potere.

Ovviamente non si è fatta attendere la replica dell’ Mpa, sempre pacata, ma incisiva. Antonello Digiacomo, ha solamente ribadito che lui ed il suo movimento autonomistico, non hanno bisogno di alcuna poltrona di potere, ma sicuramente nemmeno sono disponibili a far passare sotto gamba l’atteggiamento ostile del centro destra, alla provincia, dove se questo schieramento sta ancora governando, secondo Digiacomo il merito è anche dell’ Mpa. Digiacomo ha infine detto che al momento non vi sono accordi né espliciti né sottobanco con il centro sinistra, ma che in futuro, si potrà dialogare solo su punti programmatici e condivisi.

Ancora più tagliente invece Gigi Bellassai (nella foto), candidato del centro sinistra, che intanto mette in evidenza una palese assenza centrista nella destra comisana. Bellassai infatti, dice di non capire questa strategia isolazionista di Alfano, che con queste dichiarazioni, rischia di restare sempre più vicino alla destra di 14 anni fa. Bellassai, accusa anche Alfano, di non avere detto la verità in merito al suo programma, in quanto proprio lui aveva più volte detto che l’ Mpa, aveva collaborato alla elaborazione del suo programma. Secondo Bellassai, restano inspiegabili i motivi di questi attacchi gratuiti al candidato centrista, che, sempre secondo Bellassai, qualora lo reputi opportuno, potrà trovare porte aperte al dialogo nel centro sinistra, ed accanto a lui, tutti i partiti o liste, che vogliano condividere il suo programma elettorale.