Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:46 - Lettori online 678
COMISO - 30/03/2008
Politica - Comiso - Pochi comisani all’appuntamento di Villa Orchidea

Comiso: Gaffe di Cosentini sul La Torre?

Il leader Peppe Drago è arrivato dopo un’ora e mezza Foto Corrierediragusa.it

Comiso, domenica sera, ore 20.00, tutti davanti al salone grande di villa Orchidea, in attesa dell’onorevole Peppe Drago, che sino alle 21.45 non era ancora arrivato. L’ UDC ha organizzato questa convention, per gli amici ed i simpatizzanti di Comiso e Vittoria, e per presentare in questa parte della provincia, uno dei tanti candidati dell’ UDC alla regione, Giovanni Cosentini. Non è stato certo un bagno di folla come per altri candidati, ma il salone si è discretamente riempito.

Ma di comisani, ve ne erano pochi. Le stesse presenze storicamente appartenenti ai moderati di centro destra. Non sono mancati da parte di Cosentini, dei sottili pungoli nei riguardi del PDL, a livello nazionale, infatti per stessa sua dichiarazione, si è reputato dispiaciuto per Fini, leader di AN, poiché oggi, non si capisce più, sempre a suo dire, di cosa sia leader, o se al suo posto, Berlusconi rappresenti anche AN.

Per quanto riguarda invece la coalizione di centro destra a livello regionale, Casentini si è detto soddisfatto che il simbolo dell’ UDC, non sia stato diluito nel PDL, motivo per cui, la posizione dell’ UDC per le regionali è diversa dalla corsa per le politiche. Un passaggio è stato fatto anche per quanto riguarda le infrastrutture, dove Cosentini ha detto che l’aeroporto di Comiso, deve essere tirato fuori dalla logica comunale e territoriale, per divenire l’aeroporto di tutto il territorio ibleo e sud orientale della Sicilia.

Ma i dodici comuni iblei, hanno già da tempo aderito alla gestione dell’aeroporto ed in particolare la provincia regionale di Ragusa, che ne è partecipe per una somma di un milione e duecento mila euro.