Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 945
COMISO - 16/01/2013
Politica - Verso il voto di primavera, scatta l’ora della propaganda e della contropropaganda

Opere pubbliche, battibecco tra Cassibba e opposizioni

Il centro diurno per minori sarà completato. Secondo l’assessore Roberto Cassibba è una delle tante opere consegnate alla città, ma a quanto pare i punti di vista sono diversi
Foto CorrierediRagusa.it

Si respira già un clima da campagna elettorale nella città casmenea dove, tra proclami e critiche cominciano a susseguirsi i botta e risposta. Ultima in ordine di tempo oggetto della contesa, un’opera incompleta che dovrebbe essere consegnata entro pochi mesi. Si tratta del centro diurno per minori i cui lavori furono sospesi circa un anno fa a causa del ritiro della ditta che si era aggiudicata i lavori. «Contiamo di consegnare l´opera in tempi brevi – ha spiegato Rosario Cassibba (foto), assessore ai lavori pubblici - quattro mesi a partire dall´effettiva ripresa dei lavori, portando a compimento un progetto che ha avuto un lungo e difficile iter, anche in questo caso, grazie all´impegno e alla tenacia dell´Amministrazione in carica».

Cassibba ricorda che in questi anni «sono state realizzate moltissime rotatorie, rifatte numerosissime strade sia a Comiso sia a Pedalino, inaugurato il parcheggio dell´ex Arena Sicilia, l´ascensore in Municipio, l´auditorium adiacente al foyer del Teatro Naselli, risistemata piazza Marx e le strade adiacenti, avviati i lavori del Parco dell´Ippari, rifatta parte della rete fognante». Ma a Comiso non tutti la pensano così. In queste settimane infatti, si sono susseguite una serie di note e comunicati da parte di partiti di opposizione come Progresso sud, Pd, il consigliere indipendente Cavalieri, che descrivono invece una realtà diversa.

Strade del tutto impraticabili sia a Comiso, sia a Pedalino, zone dimenticate, opere pubbliche come cava Porcaro abbandonate, e per finire, la scarsezza di opere pubbliche che secondo il Pd, si riducono solo a qualche rotatoria. Agli attacchi delle opposizioni, l’assessore Cassibba ha schivato rispondendo: «Altro che la realizzazione di qualche rotatoria, come semplicisticamente qualche consigliere di opposizione vorrebbe far credere. Costui, evidentemente, dimentica la mole di opere realizzate nel corso dell´Amministrazione Alfano. Al di là delle dichiarazioni dei buontemponi di turno, resta l´impegno serio e puntuale di un´Amministrazione che lavora costantemente al servizio della città e dei cittadini».