Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 973
COMISO - 02/01/2013
Politica - Alla base del disimpegno, il «modo poco chiaro di fare politica»

Cavalieri lascia Grande Sud. Finirà in Territorio?

Nel 2008 eletto nel Pdl, poi surrogò Nanè Amenta, ora indipendente, domani forse Territorio

Grande sud perde pezzi in Consiglio comunale. Il consigliere Salvatore Cavalieri (foto) lascia e si dichiara indipendente. «Durante le elezioni per il governo della Regione – dichiara Cavalieri - abbiamo assistito all’esibizione di un modo di fare politica poco chiaro e scarsamente convincente che non è piaciuto per niente alla gente di buon senso».

Secondo il consigliere, restare in consiglio da indipendente pare una logica necessità. Non è passato per questo all’anti-politica. Troppo facile di questi tempi e troppo dannoso per una società in crisi che mai, dal dopoguerra in poi, è stata messa in una situazione di così drammatica difficoltà.

«Oggi – continua Cavalieri- è ancora più necessario esserci rispetto a ieri. Né può diminuire la passione e il senso di responsabilità verso la propria gente per scelte non proprie ma di altri, non volute ma subite e per niente condivisibili». Cavalieri nel 2008,si era candidato nel Pdl e nel 2011 surrogò Nanè Amenta in consiglio, poiché quest’ultimo divenne assessore nella giunta Alfano bis. Subito dopo invece passò con Grande Sud, al seguito di Giancarlo Cugnata, per sposare in consiglio comunale, la causa dell’opposizione. Da alcune indiscrezioni di piazza, pare che questo passaggio «indipendente» di Cavalieri stia alla base di una scelta politica che lo vedrebbe in seguito approdare nel movimento Territorio.